13-19 luglio: Roccella Jazz festival

69

Il 13-19 luglio, a Roccella Jonica, si celebrerà il Roccella Jazz Festival, la XLII edizione. Ci saranno due sassofonisti affermati ad animare il tutto, Tim Garland e Jesse Davis. Ci sarà inoltre un grande omaggio ai maestri della musica afroamericana con il progetto “Black Masters”. Molte importanti figure da tutte le parti del mondo prenderanno parte e renderanno speciale questo evento.

Saranno i sassofonisti Tim Garland e Jesse Davis, figure di punta del jazz mondiale, a spiccare nelle due formazioni che apriranno la XLII edizione del Festival Internazionale del Jazz Rumori Mediterranei di Roccella Jonica, uno degli eventi jazzistici più longevi del nostro paese. Giorno 13 luglio, infatti, si inizierà al Teatro al Castello con i corsi dell’International Jazz Campus e con due proposte che non mancheranno di entusiasmare gli appassionati di jazz che anche quest’anno decideranno di seguire la manifestazione.

Toccherà al progetto “Black Masters”, un omaggio a grandi maestri della musica afroamericana (Miles Davis, Sonny Rollins, Wayne Shorter, Herbie Hancock e altri), essere protagonista del primo set della serata alle ore 21.15. Si tratta di una produzione originale di Rumori Mediterranei che sarà presentata in prima mondiale. EUROPEAN JAZZ MEETING QUINTET il nome della formazione che includerà il grande sopranista inglese Tim Garland, il trombettista franceseNicolas Folmer, il contrabbassista russo Yuri Goloubev, il connazionale Sasha Mashin e il pianista Antonio Faraò, leader del quintetto e uomo di punta del jazz italiano all’estero. Cercheranno di dare “colore” e sostanza a “Black jazz matters” il tema di quest’anno.

Il tema sarà confermato anche nel secondo set della serata, alle 22.30, con la performance del JESSE DAVIS & GERALD CANNON QUARTET, una formazione caratterizzata dalla presenza di due master della black music: il sassofonista Jesse Davis, uno dei più importanti esponenti del jazz contemporaneo di New Orleans, dove è nato nel 1965, e il contrabbassista Gerald Cannon, originario del Winsconsin. Ha militato nelle formazioni dei più grandi protagonisti del panorama jazzistico mondiale. Italiani gli altri due membri del quartetto: Elio Coppola, che si sta confermando uno dei più interessanti batteristi della scena nazionale e internazionale e Francesco Marziani, un giovane e bravo pianista napoletano.

Giorno 13 si darà il via anche all’International Jazz Campus che è imperniato su una serie di seminari, master class e workshop, tenuti da qualificati docenti e musicisti di primo piano a livello internazionale.

 

Vincenzo StaianoD

irettore Artistico Rumori Mediterranei International Jazz Festival