Ultime notizie sulla tragedia di Simona Cavallaro

443

Man mano che le ore passano, si conoscono particolari sulla triste fine della ragazza di Soverato, Simona Cavallaro.

La ragazza, ieri pomeriggio, si era recata nell’area picnic della pineta con un ragazzo, per effettuare un sopralluogo in vista di una scampagnata con gli amici. All’improvviso sono stati avvicinati da un branco di cani, forse 18. All’inizio gli animali sembravano tranquilli, quando all’improvviso è scattata l’aggressione. Mentre il ragazzo è riuscito a mettersi in salvo, rifugiandosi all’interno di un casolare abbandonato, per Simona non c’è stato nulla da fare. I carabinieri, avvertiti dal giovane, quando sono arrivati sul posto, si sono trovati davanti una scena raccapricciante: il corpo della ragazza lacerato dalle ferite. Contemporaneamente, è partita anche la caccia ai cani con l’ausilio dei veterinari dell’azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, molti dei quali sono stati accalappiati. Secondo indiscrezioni, i responsabili dell’aggressione non sarebbero cani randagi, ma cani da gregge, riconducibili ad un allevatore.

Simona era una studentessa che studiava a Milano, ritornata al suo paese per trascorrere le vacanze estive, insieme alla famiglia e agli amici.