All’istituto comprensivo Marina di Gioiosa Jonica-Mammola al via l’apprendimento psicologico della matematica

718

L’istituto comprensivo Marina di Gioiosa Jonica-Mammola ha avviato un interessante percorso di formazione con protagonista la psicologia nell’apprendimento della matematica.

Si tratta di un percorso di approfondimento sulle problematiche di insegnamento/apprendimento della matematica, finalizzato al riconoscimento dei meccanismi di base dellapprendimento del sistema dei numeri, del calcolo e le abilità cognitive necessarie alla soluzione dei problemi, nonché all’analisi delle difficoltà specifiche nellapprendimento denominato PSICOLOGIA DELLAPPRENDIMENTO DELLA MATEMATICA”, indirizzato prevalentemente ai docenti dellArea Logico-matematica della scuola primaria e della scuola secondaria di 1° grado.

Gli obiettivi generali saranno quelli di imparare a: riconoscere i meccanismi di base dellapprendimento del sistema dei numeri, del calcolo e le abilità cognitive necessarie alla soluzione dei problemi; valutare i livelli di acquisizione delle competenze matematiche; individuare e analizzare difficoltà specifiche nellapprendimento matematico; impostare interventi didattici funzionali allapprendimento 

Durante le attività del corso saranno sviluppati i seguenti contenuti:

  • Sviluppo dellintelligenza numerica 
  • Cognizione numerica: modelli teorici 
  • Prove sulle abilità matematiche 
  • Potenziamento delle abilità matematiche 
  •  Principi metodologici di riconoscimento e di intervento nelle difficoltà/disturbi di matematica.

L’attività è a cura della dottoressa Silvana Poli, della dottoressa Annamaria Porru, componenti del C.N.I.S. di Padova; e della dottoressa Maria Francesca Rotiroti, Psicologa-Psicoterapeuta di Reggio Calabria.

Il corso è iniziato, oggi, giovedì 24 marzo e proseguirà fino a sabato 26.

Si tratta di una interessante iniziativa, voluta fortemente dalla dirigente scolastica Giuliana Fiaschè, sempre pronta a cimentarsi in idee nuove per rendere la scuola a pari passo con le nuove metodologie e, soprattutto, per fare in modo che i suoi studenti possano amare lo studio e l’ambiente in cui si trovano.