Arrestato il boss Rocco Morabito in Brasile, i dettagli dell’operazione

1139

Rocco Morabito, storico boss della ‘ndrangheta originario di Africo, è stato arrestato in Brasile, a Joao Pessoa, in un’operazione congiunta dei carabinieri del Ros, dei carabinieri di Locri, Torino e Reggio Calabria e del Servizio di cooperazione internazionale di polizia. L’arresto si è svolto con la collaborazione di Dea, Fbi e Dipartimento di giustizia USA.

Morabito, considerato uno dei massimo narcotrafficanti, era ricercato dal 1994 e il Viminale lo aveva inserito nell’elenco dei 10 latitanti più pericolosi. Già nel 2017 il boss era stato fermato in Uruguay, a Punta dell’Este, lo avevano arrestato dopo 23 anni di latitanza. Quella volta dopo 2 anni di carcere è fuggito mentre si trovava in una struttura di Montevideo e doveva essere estradato in Italia.

Insieme a Rocco Morabito i carabinieri hanno fermato anche Vincenzo Pasquino, ricercato e tra i latitanti più pericolosi. Pasquino è originario di Torino, ma secondo gli inquirenti è legato ad un altro trafficante della Locride, Nicola Assisi di Platì.