fbpx
mercoledì, Luglio 24, 2024
spot_imgspot_img
HomeIn Primo PianoAssocomuni: Bartolo "Evitiamo brutte figure"

Assocomuni: Bartolo “Evitiamo brutte figure”

Emergenziale è infatti al questione sanitaria, fondamentale un’azione congiunta, incisiva e strutturale su quello che riguarda la viabilità della S.S.106, arteria troppo poco considerata, ma anche delle trasversali di collegamento con l’area Tirrenica e con l’area dello Stretto. Bartolo: “Dobbiamo superare i campanilismi.”

È un accorato appello, quello di Bruno Bartolo, all’associazione dei comuni, scritto nero su bianco dal presidente facente funzioni in vista dell’assemblea che si terrà il prossimo 23 gennaio e che prevede come unico punto all’ordine del giorno l’elezione del Presidente dell’Assemblea.

“Sento il dovere in qualità di Presidente f.f. dell’omonima Assemblea  – scrive Bartolo – di richiamare all’attenzione dei colleghi sindaci una questione che mi preme sottolineare: l’inscindibile unità che l’Assemblea deve mantenere affinché adempia al suo massimo ruolo, il miglioramento strutturale e la difesa dei diritti sociali dell’intera Locride. Perché ciò avvenga è d’urgente necessita che si mettano da parte i faziosi particolarismi che offuscano e impediscono la nostra azione; e, soprattutto, che si tacciano definitivamente gli ignominiosi binomi “grande Comuni-piccoli Comuni” in quanto essi logorano e alimentano questi medesimi particolarismi, e altresì in quanto credo fermamente che ciò, nella sostanza dei fatti non sussista, dato che dove vi sono piccoli comuni vi sono grandi territori”.

È di primaria importanza per il sindaco Bruno Bartolo “un’unità di intenti affinché possono dare risposte ai limiti strutturali della nostra area”. Emergenziale è infatti al questione sanitaria, fondamentale sarebbe poi un’azione congiunta, incisiva e strutturale su quello che riguarda la viabilità non solo della S.S.106, arteria troppo poco considerata, ma anche delle trasversali di collegamento con l’area Tirrenica e con l’area dello Stretto. Senza dimenticare aggiunge: “la scuola luogo di formazione dei cittadini del domani da incentivare e migliorare in alcuni comuni con deroghe Ministeriali, la mancanza del lavoro – e in ultimo ma non per questo meno importante – il dissesto idrogeologico di tutto il territorio. Tutti questi – prosegue – oltre all’urgente approvazione del nuovo Statuto, credo siano i dossier da mettere sull’agenda del futuro Presidente”.

“Da parte mia – conclude il sindaco Bartolo – apprezzerei che a questo appello sia dato seguito ad una singola presa di responsabilità .Così da oltrepassare le barriere del campanilismo e lottare all’unisono per la risoluzione di queste problematiche, nel rispetto dei colleghi Sindaci che alcuni lustri fa a questa associazione diedero vita, alcuni dei quali oggi non sono più tra di noi”.

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -