Bianco, Annullate le elezioni? Si torna a votare?

462

Questo pomeriggio dopo pranzo arrivano su Whatsapp tutta una serie di link che riguardano le elezioni di Bianco del settembre 2020, che furono vinte per pochi voti da Aldo Canturi contro lo storico avversario Pino Serra. Ecco in breve cosa contiene la sentenza che annulla le elezioni

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente Sentenza, sul ricorso numero di registro generale 3947 del 2021, proposto dai signori
-OMISSIS-, rappresentati e difesi dall’avvocato omissis, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso lo studio del medesimo in Roma, via Xxxx, n. x,  contro il Comune di Bianco, in persona del Sindaco pro tempore, rappresentato e difeso dall’avvocato Xxxxx Xxxxxx, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia,  nei confronti i signori -OMISSIS-, -OMISSIS-, -non costituiti in giudizio, per la riforma della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per -OMISSIS-n. -OMISSIS-, resa tra le parti, concernente le elezioni degli organi del Comune di Bianco svolte il 20 e il 21 settembre 2020.

Fatto e diritto, gli appellanti si erano candidati nella lista elettorale n. 1 che aveva partecipato a dette elezioni, in competizione con la lista elettorale n. 2, risultata vincente con una differenza di nove voti. In primo grado gli interessati avevano contestato l’annullamento di 14 voti e l’erronea attribuzione di un voto alla lista n. 2, anziché alla lista n.1, chiedendo quindi l’attribuzione a quest’ultima di 15 voti che le sarebbero stati illegittimamente sottratti. In via subordinata essi avevano chiesto l’annullamento del voto nelle sezioni n. 2 e n. 4 per l’asserita illegittimità dell’ammissione al voto domiciliare di quattro elettori. In ulteriore subordine, veniva chiesto l’annullamento di tutte le operazioni elettorali per la pretesa illegittimità dell’ammissione di 21 elettori al voto assistito nelle cinque sezioni elettorali. Nello specifico, erroneamente il Tar avrebbe considerato non trovata in sede di verificazione, nella sezione n.3, una scheda annullata recante la preferenza per la lista n. 1 e l’indicazione “-OMISSIS-”, menzionata nel ricorso di primo grado. Tale scheda sarebbe stata invece rinvenuta e avrebbe dovuto essere attribuita alla lista n.1, ai sensi dell’art. 57, sesto comma, del d.P.R. n. 570/1960 che prevede che, “se l’elettore ha segnato più di un contrassegno di lista, ma ha scritto una o più preferenze per candidati appartenenti ad una soltanto di tali liste, il voto è attribuito alla lista cui appartengono i candidati indicati”. Dopo tutta una serie di considerazioni il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Seconda), definitivamente pronunciando sull’appello, come in epigrafe proposto, lo accoglie nei sensi e limiti di cui in motivazione e per l’effetto, in riforma della sentenza gravata, accoglie il ricorso di prime cure e annulla la proclamazione degli eletti nelle elezioni del Comune di Bianco (RC) svoltesi in data 20 e 21 settembre 2020.

Ora si aspetta di capire meglio come deciderà di agire l’organo preposto. Intanto si annuncia una conferenza stampa del gruppo con candidato a sindaco Pino Serra.

Allegato link della sentenza:

https://www.giustizia-amministrativa.it/portale/pages/istituzionale/visualizza?nodeRef=&schema=cds&nrg=202103947&nomeFile=202105809_11.html&subDir=Provvedimenti