Bimba ucraina uccisa a Crotone: l’incidente sarebbe stato volontario 

678
Foto: rai news

Il 18enne alla guida dell’auto che domenica 20 marzo, a Crotone, ha investito e ucciso una bimba ucraina di 5 anni, arrivata in Italia da pochi giorni con i genitori per sfuggire alla guerra, è stato arrestato.

Il giovane avrebbe provocato deliberatamente l’incidente per screzi con un 16enne italiano che era con lei. Al momento della tragedia, infatti, con loro stava camminando anche la cugina della vittima, una 17enne con cui è fidanzato il 16enne e sulla quale avrebbe messo gli occhi anche il giovane alla guida.

I carabinieri, del comando provinciale di Crotone, hanno così notificato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio stradale aggravato in concorso, emessa dal gip, nei confronti del 18enne, che aveva solo il foglio rosa, ed era già stato fermato per guida senza patente nell’agosto 2020 e nel mese di marzo.

Le indagini, infatti, avrebbero fatto emergere la responsabilità del ragazzo, dopo il tentativo da parte del padre 45enne di addossarsi la colpa.