Buoni covid, denunciati 478 furbetti: ecco dove

332

Avevano taroccato le autocertificazioni rese ai vari uffici comunali di residenza per ottenere i sussidi in buoni che lo Stato rilascia, da aprile 2020, per far fronte all’emergenza da CoViD-19 ai soggetti indigenti. In molti comuni del vibonese, i Carabinieri – coordinati dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia – hanno denunciato 478 soggetti, alcuni dei quali ritenuti vicini a famiglie di ‘ndrangheta, a vario titolo ritenuti responsabili dei reati di false attestazioni a incaricato di pubblico servizio e indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato.

L’indagine è stata condotta grazie alla collaborazione di Inps, banche dati delle Forze di Polizia e istituti di credito. Grazie ai controlli effettuati – che hanno consentito di riscontrare irregolarità nelle autocertificazioni sul proprio stato economico e di famiglia – è stato accertato un danno erariale, che aumenterà con le indagini, di circa 70.000 euro.