Calabria, la regione offre 28mila euro per trasferirsi in questi borghi

1608
In foto Sant'agata del Bianco

La Calabria vuole ripopolare alcuni suoi borghi, 9 per la precisione, sparsi tra nord e sud, e offre fino a 28mila euro a chi trasferisce la residenza nelle aree individuate. I candidati dovranno anche trasferire la propria residenza nel borgo dove si trasferirà. Sono 9 i borghi selezionati per il bando calabrese, 4 si trovano a Nord della provincia di Cosenza: Aieta, Albidona, Civita e San Donato di Ninea. Altri 3, invece, sono in provincia di Reggio Calabria: Bova, Samo (con la frazione Precacore) e Sant’Agata del Bianco. Gli ultimi 2 piccoli comuni si trovano in provincia di Crotone: Caccuri e Santa Severina.

Questa iiniziativa è stata creata per contrastare la crisi dello spopolamento registrata negli ultimi anni in diversi borghi calabresi, offrendo soldi per incentivare nuovi possibili residenti. I candidati dovranno avere meno di 40 anni e impegnarsi a rilanciare una piccola impresa nel borgo.

I candidati dovrannoessere disposti anche a trasferire la propria residenza, oltre ad autocertificare, al momento della domanda, di essere disposto a trasferirsi in Calabria entro 90 giorni dall’esito positivo della domanda.

“Stiamo affinando i dettagli tecnici – dichiara Gianluca Gallo, assessore calabrese all’Agricoltura – l’importo mensile esatto e la durata dei fondi e se includere anche villaggi leggermente più grandi con un massimo di 3.000 residenti”, dice alla CNN. “Finora abbiamo avuto un enorme interesse da parte dei villaggi e, si spera, se questo primo schema funziona, è probabile che ne seguiranno altri nei prossimi anni”.

Gallo ha anche dichiarato che il reddito mensile potrebbe essere compreso tra gli 800 i 1000 euro mensili per due o tre anni. In alternativa, i finanziamenti potrebbero essere una tantum per supportare il lancio di una nuova attività commerciale.