Calabria: protocollo d’intesa tra la protezione civile e l’ANAS

59

Questa mattina alla sede della Protezione Civile della Calabria, alla Cittadella, è stato stipulato il protocollo dintesa tra il Dipartimento Regionale della Protezione Civile, nella persona del dottor Fortunato Varone e lANAS (associazione nazionale di azione sociale), rappresentata dal suo presidente regionale Gianfranco Sorbara. 

Un importante documento che abilita anche ANAS ad effettuare tamponi su tutto il territorio regionale, senza alcuna prenotazione, ed a rilasciare il green pass a chi ne avrà diritto.

Di seguito, le dichiarazioni a caldo dei vertici del sodalizio associazionistico:

Vorrei esprimere profonda gratitudine alla Protezione Civile, ed alla Regione Calabria nelle persone del direttore Varone e del presidente Roberto Occhiuto e anche nei confronti del consigliere Giuseppe Mattiani. Il risultato raggiunto con il Protocollo, frutto del lavoro del portavoce nazionale Antonio Lufrano sinergicamente con gli uffici regionali e lo staff del Presidente Mattiani, consentirà ad Anas non soltanto di effettuare i tamponi, ma anche di certificarli nella banca dati dellASP, passaggio fondamentale per lottenimento della certificazione verde”.

Ha dichiarato Bruno Garreffa, neo responsabile Anas 118 sanità Calabria.

Con questa iniziativa la rete ANAS potenzia la sua capacità operativa nellassistenza sanitaria e sociale nella regione Calabria garantendo maggiori servizi ai cittadini grazie alle sue associazioni territoriali”

Ha dichiarato il responsabile nazionale Anas 118 sanità Flavio Ronzi

Si tratta di un grandissimo risultato per Anas e soprattutto per la collettività calabrese. Speriamo di poter sottoscrivere presto analoghe convenzioni nelle altre regioni dItalia”.

Ha dichiarato il responsabile nazionale Anas protezione civile Claudio Cugusi.

La presidenza nazionale dell’Anas ringrazia il presidente della Regione della Calabria che si è dimostrato particolarmente sensibile non tanto alle richieste nostre, ma specie ai bisogni dei cittadini che potranno essere soddisfatti attraverso le sedi Anas e le proprie affiliate; oggi grazie a questo protocollo Anas e la Regione Calabria sono sempre più vicini ai cittadini per potere, da un lato prevenire il diffondersi della pandemia, e dall’altro lato evitare agli stessi di dovere raggiungere sedi spesso distanti dalle proprie abitazioni mentre di converso attraverso la rete Anas distribuita su tutto il territorio regionale e senza obbligo di prenotazione potranno così sottoporsi ai tamponi e l’esito dello stesso verrà certificato nella piattaforma regionale. Un sincero ringraziamento va quindi alla protezione civile regionale ed al presidente Gianfranco Sorbara per essersi prodigato al fine di raggiungere l’obiettivo nonché al consigliere regionale, già presidente onorario dell’Anas, Mattiani, e a tutti quelli che in qualche modo hanno operato affinché si potesse raggiungere questo risultato nell’interesse della collettività e soprattutto di quelle persone anziane che in questo modo saranno facilitate nel potere effettuare tamponi.”

La dichiarazione del portavoce nazionale Anas Antonio Lufrano.