Caulonia Marina-Placanica: orari delle Autolinee Federico

153

Riportiamo gli orari delle Autolinee Federico per giungere alla Madonna dello Scoglio partendo da Caulonia Marina e ritorno.

Ecco di seguito gli orari per le corse dei bus di linea che collegano il santuario Nostra Signora dello Scoglio con Caulonia Marina e gli altri centri italiani ed esteri. Il servizio pubblico delle Autolinee Federico, svolge il servizio, come si evince dalla locandina, nei seguenti giorni e orari:

Mercoledì e sabato

Da Caulonia Marina al santuario Nostra Signora dello Scoglio, parte una corsa alle ore 13:00 e una alle ore 16:00.

Dal Santuario Nostra Signora dello Scoglio a Caulonia Marina parte una corsa alle ore 15:30 e una corsa alle ore 18:30

Domenica

Da Caulonia Marina al santuario Nostra Signora dello Scoglio, parte una corsa alle ore 15:30

Dal santuario Nostra Signora dello Scoglio a Caulonia Marina, parte una corsa alle ore 18:30.

La storia

Le persone si recano a Placanica, principalmente, per visitare la Fondazione chiamata Madonna dello Scoglio, una fondazione di carattere spirituale, portata avanti dal francescano Cosimo Fragomeni.

La storia ebbe inizio l’11 maggio 1968, quando la Beata Vergine Immacolata apparve all’allora pastore Cosimo Fragomeni; ma egli non fu soggetto ad un’apparizione soltanto, poiché a quella ne seguirono altre, grazie alle quali Cosimo Fragomeni iniziò un cammino di Fede e preghiera scandito da digiuni, sacrifici e dalla guida spirituale del parroco del tempo, don Rocco Gregorace. La Cappella presente all’inizio di questo suo viaggio spirituale fu sostituita con una chiesa di piccole dimensioni che con il passare del tempo fu ritoccata molte volte. L’ultima modifica avvenne nella primavera del 2000, con la costruzione di un grande altare in marmo bianco e tasselli di marmo, che fanno da corona al quadro raffigurante la Vergine secondo le sembianze con cui apparve al nostro veggente. Nella chiesa è presente una nicchia scavata dallo stesso fratel Cosimo dentro la quale è posizionata la roccia dell’apparizione e, al di sopra di essa, fu collocata una statua in marmo bianco di Carrara, opera di artisti locali.