Caulonia: Torna il Kaulonia tarantella festival

283

KAULONIA back to TARANTELLA FESTIVAL: sarà questo il titolo/tema della XXIV edizione di uno degli eventi di punta dell’estate calabrese, sarà un vero e proprio ritorno alle origini per il più noto e importante festival della musica popolare in Calabria, il festival che ogni anno attira migliaia di appassionati di musica popolare provenienti da tutta la penisola nel consueto e suggestivo scenario di Piazza Mese, nel cuore del borgo antico di Caulonia.

Il Kaulonia Tarantella Festival 2022 si svolgerà dal 25 al 28 agosto e rappresenterà un vero e proprio omaggio alla tarantella, danza ancestrale che ha attraversato secoli, usi e costumi delle diverse società che l’hanno ballata per arrivare fino ai giorni nostri a raccontarci ancora molto di quello che siamo stati e ad indicarci possibili strade da percorrere in futuro per non sbagliare percorso.

Per avviare al meglio il nuovo corso e riportare la TARANTELLA al centro del famoso Festival del “PAESE CHE BALLA”, l’amministrazione comunale di Caulonia, che da sempre promuove e organizza l’evento, ha scelto di affidarsi all’esperta e prestigiosa guida di Massimo Bonelli, noto manager musicale e direttore artistico del Concertone del Primo Maggio di Roma e di tanti altri importanti eventi di caratura nazionale. In passato Bonelli aveva già seguito in prima persona l’organizzazione del Festival nelle edizioni dal 2010 al 2016. Per il 2022 assumerà il ruolo di Event Manager dell’evento oltre ad affiancare il Re della tarantella calabrese Mimmo Cavallaro nella Direzione Artistica del Kaulonia Tarantella Festival.

Promosso dall’amministrazione comunale di Caulonia, il Kaulonia Tarantella Festival non è semplicemente un ricco cartellone di artisti e concerti, ma è molto, molto di più: assolutamente unico nel suo genere, è il paese stesso che fa da coreografia attiva e fondamentale ad un FESTIVAL che dura 4 giorni, si svolge nelle strade e nelle piazze del paese, partendo ogni giorno dalle ore 17 per concludersi solo all’alba del mattino seguente, con un calendario ricco di concerti e incontri, oltre corsi di ballo tradizionale e di strumenti tipici, popolari.