Che fine farà il Liceo Artistico di Siderno?

144

In questi giorni il movimento politico “Siderno 2030” ha chiesto all’amministrazione comunale quali azioni sono state intraprese nei confronti della Città Metropolitana di Reggio Calabria per l’effettuazione di ulteriori approfondimenti delle condizioni strutturali e sismiche dell’edificio scolastico ospitante il Liceo Artistico di Siderno.

Infatti, nello scorso mese di maggio, Giuseppe Mezzatesta, dirigente del settore 12 “Edilizia” della Città Metropolitana di Reggio Calabria, ha dichiarato la non agibilità strutturale di tutti i corpi di fabbrica costituenti l’immobile. In seguito a questa comunicazione, il Dirigente Scolastico del Liceo stesso ha dovuto disporre l’immediata chiusura del plesso, che è stato trasferito in locali sostitutivi, individuati nella struttura dell’ex Istituto Tecnico per Geometri, presso i quali ancora oggi si trova.

Da allora nessuna altra notizia è circolata circa gli ulteriori atti amministrativi/tecnici che all’epoca  Mezzatesta anticipava sarebbero seguiti. Ne alcuna informazione è arrivata in merito alla successiva progettazione di adeguamento sismico, indispensabile per un immediato intervento sull’edificio, la cui costruzione risale a circa venti anni fa.

Pertanto, il timore è che il Liceo artistico resti chiuso chissà per quanto tempo, rischiando di diventare vittima del degrado che imperversa spesso negli edifici pubblici non utilizzati. Si dovrebbe effettuare, invece e al più presto una progettazione di adeguamento sismico indispensabile per un immediato intervento sulledificio. Infine, al di là dall’interrogazione di Siderno 2030, il problema dovrebbe essere preso a cuore da tutte le forze politiche locali e dall’intero consiglio comunale.

Si attendono, quindi, risposte circa il futuro di questa scuola.