Coronavirus, tolto l’obbligo delle mascherine all’aperto dopo il 28 giugno

65

Il ministro  Roberto Speranza:”Ho appena firmato un’ordinanza che permette di non usare la mascherina all’aperto dal 28 giugno”

“Bisogna averle sempre con sé – spiega il ministro della salute – e usarle se non si può rispettare il distanziamento e se c’è rischio di assembramenti”. Dunque dal 28 giugno cadrà l’obbligo dell’uso della mascherina all’aperto.

“La mascherina è e resta fondamentale. Ci siamo sempre fatti guidare dagli scienziati, secondo una linea di grande prudenza. – spiega il ministro della salute – I numeri del contagio ci stanno dando ragione. Dobbiamo continuare con prudenza e gradualità. Non userei la parola ‘abbandonare’, la mascherina  è  un punto fondamentale della nostra strategia in questo contesto in cui, negli ultimi 3 giorni, abbiamo avuto meno di 1000 casi ogni giorno: possiamo permetterci qualche libertà in più, abbiamo fatto un lungo percorso di gradualità e di prudenza. Dobbiamo continuare su questa strada, i numeri dicono che è giusta”

Il ministro si è soffermato anche sulla variante indianda del coronavirus: “Penso che la variante Delta vada seguita con la massima attenzione. Nell’ultima verifica che abbiamo fatto, solo l’1% dei casi di variante Delta: ci aspettiamo che questo dato salga, perché è una variante più capace di contagiare e di diffondersi. E’ vero che i nostri numeri migliorano, ma non dobbiamo illuderci di aver vinto la partita. Dobbiamo continuare questo percorso con i piedi ben piantati a terra”.