Coronavirus, via alle sospensioni per gli operatori sanitari non vaccinati

94

Ordine dei medici:”Sospensione ‘ex lege’ per i medici che non adempiono all’obbligo vaccinale”. Prevista la sospensione della retribuzione fino al 31 dicembre 2021 per chi non si vaccina.

Dopo due mesi dal decreto, che ha introdotto l’obbligo vaccinale anti-Covid, si stimano circa 45 mila operatori sanitari non ancora vaccinati in Italia. I professionisti del lavoro, rischiano di dover restare a casa, infatti, gli ordini professionali, ospedali e Rsa hanno fornito i nominativi di tutti i medici e gli infermieri delle diverse strutture sanitarie. Le aziende sanitarie hanno richiesto dagli operatori un certificato che dimostri l’avvenuta vaccinazione, un appuntamento o un motivo valido per cui non è possibile effettuare il vaccino.

«Abbiamo dato oggi indicazioni a tutti gli ordini territoriali – spiega Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici – che, in presenza di un accertamento da parte della Asl di operatori sanitari e medici non vaccinati, si provveda ope legis alla sospensione del medico e alla sua attività finchè lo stesso non avrà effettuato la vaccinazione anti-Covid e comunque non oltre il 31 dicembre»

Circa un mese, fa cento professionisti della sanità in Liguria hanno fatto ricorso al Tar per impugnare questo obbligo vaccinale.