fbpx
mercoledì, Maggio 22, 2024
spot_img
HomeApprofondimentiCorvo Nero: Il doppiopesismo dei media italiani sulle morti sul lavoro

Corvo Nero: Il doppiopesismo dei media italiani sulle morti sul lavoro

CORVO NERO

Chi è alle dipendenze di qualcuno, di solito, ha dignità anche se talora si trova costretto a scordarsi di averla per non essere cacciato via.

C’è qualcuno, però, che scambia l’essere dipendente con l’essere assoggettato è il lavorare per qualcuno con il servire qualcuno.

È una sorta di sindrome di Stoccolma in preda alla quale ci si spinge anche oltre il fare il proprio dovere e ci si riduce al rango di servi.

Ieri sera Lilli Gruber, ex europarlamentare del PD, ospitava a Otto e Mezzo l’ex presidente dell’INPS Tridico, giubilato dal governo Meloni e candidato alle prossime elezioni europee del M5S, e Emiliano Fittipaldi, firma del Domani di De Benedetti (quello che ha la tessera numero uomo del PD e che ha detto che Meloni è demente).

L’argomento della puntata era la recente tragedia accaduta nella centrale idroelettrica in Emilia Romagna e, come al solito, la conduttrice poneva agli ospiti domande indirizzate neanche troppo velatamente ad ottenere risposte che evidenziassero come il governo Meloni fosse responsabile di una mancanza d’impegno nel merito della prevenzione delle morti sul lavoro.

A questi servi per vocazione dedico l’allegata notizia del dicembre del 2021 dalla quale si evince come i dati relativi al governo Draghi composto anche dalla sinistra fossero numericamente identici a quelli attuali ma loro avevano deciso di girare lo sguardo dall’altra parte e tacere assecondando la loro indole di cortigiani.

Vil razza dannata.

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -