“Dal cucchiaio alla città”- ARCHITECTURAL PASTRY EXIBITION 15    maggio 2022

95

Planteria Orto Urbano ha invitato i  titolari  di  Pasticcerie/Bakery e Pastry chef di ristoranti a creare    un dolce che  si ispiri  ad architetture esistenti o immaginate, paesaggi o oggetti da design   da creare attraverso un’accurata progettazione, anche in collaborazione con un architetto o un artista.

 Il legame tra architettura e pasticceria risale almeno al 1815, quando il famoso chef francese Marie-Antoine Carême, definito il Palladio della Cucina, ha notevolmente detto: “La più nobile di tutte le arti è l’architettura, e la sua più grande manifestazione è l’arte del pasticcere “. Questo figlio di un muratore di pietra, studiando le opere dei grandi architetti della classicità, trasse ispirazione per riprodurre templi, piramidi, antiche rovine e altre strutture architettoniche nei suoi dolci.

E se Caremme  avesse ragione ?  E se  tra Architettura e Pasticceria non ci fosse   differenza ? In effetti la realizzazione di una torta   richiede le stesse esigenze di progettazione di un edificio. Funzione, struttura ed estetica sono tre concetti fondamentali in architettura e tranquillamente traslabili nel mondo della pasticceria. È necessario lavorare con la forma, il volume, la composizione, le proporzioni, i colori e solo la combinazione di tutti questi elementi  potrà portare alla realizzazione di una torta ben bilanciata così come a quella di un edificio ben fatto.

Da questa ispirazione Planteria Orto Urbano ha invitato i  titolari  di  Pasticcerie/Bakery e Pastry chef di ristoranti a creare    un dolce che  si ispiri  ad architetture esistenti o immaginate, paesaggi o oggetti da design   da creare attraverso un’accurata progettazione, anche in collaborazione con un architetto o un artista.

Il dolce  da colazione  o  un dessert, dovrà  essere oltre che bello  anche    commestibile.  Dovrà  essere realizzato con materie,  prime di alta qualità,  ingredienti naturali   provenienti dal territorio,  deve avere  un profumo che coinvolga  e contribuisca  a far venire voglia di mangiarlo.

Le realizzazioni  saranno in  mostra, presso i locali dei bar pasticceria che le  hanno  prodotte dal  8  maggio  e verranno valutate   da una giuria di tecnici e giornalisti e  da una giuria popolare al fine di decretare  il vincitore.

I   progetti  per la preparazione  delle architetture saranno esposti nella Galleria Van Gogh  nel Cinema Teatro Nuovo di Siderno  e verrà proiettato il  cortometraggio     girato nel backstage   con i pasticcieri   attori

La mostra culminerà nella premiazione della  Architectural Pastry  Winner per l’anno 2022   e con il  consumo delle opere da parte  del pubblico,  nel giorno  15  maggio,  nel  giardino di Planteria nel parco Litoraneo di Locri.