Di cosa ha paura Mariateresa Fragomeni?

309

È alquanto preoccupante che ieri mattina, alla conferenza stampa di presentazione dell’importante torneo europeo di volley under 19, il sindaco Fragomeni non abbia neppure fatto un cenno a Pietro Fuda, senza il quale Siderno e la Locride non avrebbero mai avuto la possibilità di ammirare uno dei gioielli dello sport più brillanti della Calabria.

Ma non è della straordinaria concretezza dell’ex sindaco di Siderno Fuda che si vuole parlare, scopriremmo l’acqua calda, ma delle paure di Mariateresa Fragomeni di nominare e ringraziare il principale artefice di un Palazzetto che oggi dà lustro alla città *(di seguito i dati).

Perchè Mariateresa Fragomeni ha paura di nominare il senatore Fuda? Perché distrarre l’opinione pubblica su un merito così evidente? Pietro Fuda è già stato consegnato alla severità della giustizia e alla soggettiva della storia, sicché non servono piccoli trucchi da Porta Portese per mostrare mani ancor più pulite.

Dovrebbe leggere Marquez, Mariateresa Fragomeni; “Nessuno scrive al colonnello”, dovrebbe leggere. Non è solo preoccupante, è veramente triste quello che ha fatto stamattina. Sì, la non riconoscenza mostrata dal sindaco nei confronti del suo predecessore è un atto triste in luogo pubblico. C’è sempre gran tristezza quando il non detto sotterra la verità, soffoca la verità oggettiva, la tortura, la sbriciola e, come se niente fosse, la smaltisce con sorrisi di circostanza al tavolo dei relatori e slogan europei per dare speranze e prospettive ai giovani.

I giovani d’Europa, specialmente in un periodo in cui l’Europa è minata da autoritarismo di stato, bugie, censura, mancanza di libertà d’opinione, propaganda fasulla, avrebbero tanto bisogno di sindaci liberi e pensanti. Il primo cittadino è la prima linea della politica, il pane quotidiano con cui nutrire le nuove generazioni della politica.

Perché Mariateresa Fragomeni toglie meriti e dignità all’amministrazione precedente guidata da Pietro Fuda?

Un sindaco bravo e serio deve giocarsi la sua partita, amando la propria città fedelmente. La verità è l’epicentro della fede. La Notre Dame del laicismo. Quindi sul palazzetto dello sport, la prossima volta, riconosca i meriti.

* Il finanziamento del Palazzetto dello sport viene deliberato dalla provincia di Reggio Calabria guidata dal presidente Pietro Fuda. Il progetto preliminare del Palazzetto risale al 2006, approvato nel dicembre del 2009 su redazione dell’ ex responsabile dell’ Ufficio Tecnico ing. Vincenzo Errigo. Quel progetto prevedeva una spesa di euro 2.710.500,00 divisa tra finanziamenti provinciali, fondi Prusst, e un Mutuo con la Cassa DD.PP. Quel progetto restò lettera morta sino al 2016 quando fu l’ex sindaco Pietro Fuda che lo “rispolverò” e fece approvare il progetto definitivo redatto dallo stesso Ingegnere Errigo. Nel dicembre dello stesso anno venne, quindi, approvato anche il progetto esecutivo dei lavori aggiornato e adeguato alle modifiche introdotte da un apposito decreto legislativo. La procedura d’appalto si concluse ad aprile del 2018 quando la Suap trasmise al Comune di Siderno l’approvazione dei verbali di gara con la proposta di aggiudicazione, appunto, alla Ditta Parisi Antonio, con sede in Siderno. Il contratto di appalto venne, poi stipulato, dopo ulteriori formalità in data 14 giugno 2018.