fbpx
sabato, Giugno 22, 2024
spot_img
HomeGioiosaGioiosa Ionica, la minoranza avverte: " Il Comune è in predissesto"

Gioiosa Ionica, la minoranza avverte: ” Il Comune è in predissesto”

Nel corso del Consiglio del 17 novembre la minoranza consiliare, tramite il capogruppo Tito Greco, ha evidenziato le numerose criticità in cui versa l’Ente. Secondo il gruppo consiliare Cambiamo Gioiosa: “Una situazione di predissesto”.

Nel corso del Consiglio del 17 novembre l’Amministrazione comunale di Gioiosa Jonica ha
approvato, con i soli voti della maggioranza, il Piano delle alienazioni immobiliari ed il Piano di riequilibrio finanziario che certifica, nei fatti, una situazione di predissesto.
La minoranza consiliare, tramite il capogruppo Tito Greco, ha evidenziato le numerose criticità in cui versa l’Ente, per come sottolineato dall’Organo di revisione, e le motivazioni che la obbligavano ad esprimere un giudizio estremamente negativo sia sul piano di alienazione che sul piano di riequilibrio.

La situazione finanziaria

In particolare, il gruppo di minoranza ha criticato espressamente, per come aveva già fatto nel corso degli ultimi cinque anni, la pessima gestione finanziaria dell’Ente e le numerose difficoltà che deriveranno ai cittadini dall’approvazione del piano di riequilibrio per come oggi strutturato:
– l’aumento indiscriminato dell’addizionale IRPEF – con l’istituzione di un’aliquota unica –
indipendentemente dal reddito dei contribuenti e senza alcuna esenzione neanche per i redditi più bassi;
– un freno all’azione delle future amministrazioni che saranno vincolate per 10 anni, sino al 2031, al contenuto del piano di riequilibrio;
– l’impossibilità per l’Ente di operare nuove assunzioni;
– riduzioni per acquisto di beni e prestazioni di servizi;
– le problematiche inerenti il piano delle alienazioni in relazione a presunte cessioni di immobili difficilmente realizzabili soprattutto nel corso del 2023.
Insomma, tutta una serie di criticità che, unitamente alla volontà di non far pesare sui cittadini le conseguenze di una pessima azione amministrativa, hanno determinato la minoranza ad esprimere, secondo coscienza, un voto contrario in merito all’approvazione del Piano di Riequilibrio finanziario pluriennale.

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -