Gli alunni della scuola media “G. Pedullà” emozionano con la loro musica

141

Giorno 28 maggio, in occasione del centenario dalla nascita di Mario Lodi, a Siderno Superiore, c’è stato un evento di promozione dei valori di pace e libertà, dal nome “Festa della Scuola 2022”. Il programma, è iniziato, con l’estemporanea di pittura dal titolo: “Emozioni e Libertà nel giardino di Tecla” l’incontro su “Costituzione, Pace e Libertà –100 anni dalla nascita di Mario Lodi”, relazione del Direttore Salvatore Napoli e intervento del vescovo della diocesi Locri-Gerace Francesco Oliva; seguita dalla rappresentazione di “Zitaggi e cugghjandri”, testo di Don Salvatore Albanese rivisto e adattato dall’insegnante Tecla Giannini, a cura dei ragazzi della Scuola Primaria M. Bello. A seguire la presentazione del libro: “Un delicato profumo di gelsomino”, di Giuseppe Iaconis, Edizioni Radici Future. Infine, sono stati consegnati gli attestati di benemerenza 2022 al personale della scuola e
a personalità del mondo della cultura, che si sono distinti nell’opera educativa e culturale a favore dei giovani e della Locride.

La serata è stata allietata dal Coro e dall’Orchestra della Scuola Media “G. Pedullà”, sezione ad indirizzo musicale, che hanno curato una breve rassegna artistica per ribadire la vicinanza della scuola alle famiglie ucraine, accolte nella nostra comunità. In particolare, gli alunni hanno cantato e suonato “L’inno d’Italia” emozionando tutti i presenti, dietro lo sfondo mozzafiato di un panorama suggestivo.

Ancora una volta, sono stati i giovani a dare una lezione agli adulti, perché davanti alla loro innocenza non si può far altro che commuoversi dire basta alla cattiveria dell’uomo.