I giovani sono arrabbiati e sfiduciati. Un mix pericoloso in questa terra

103

Il racconto di un anno di Covid vissuto dalla nuova generazione di 20enni della Locride. Ci sono delusione, sconforto e rabbia nelle loro parole e tutto questo non fa ben sperare in un territorio complicato come il nostro

Il racconto di un anno di Covid vissuto dalla nuova generazione di 20enni della Locride. Ci sono delusione, sconforto e rabbia nelle loro parole e tutto questo non fa ben sperare in un territorio complicato come il nostro

Dopo quella dei liceali, la riflessione dei ragazzi universitari che hanno subito la pandemia, le loro speranze e le loro attese per il futuro, la rabbia e la delusione che creano un mix pericoloso alle nostre latitudini.

Ecco un breve estratto della raccolta di interviste:

Da ormai poco più di un anno viviamo tra restrizioni e mascherine, la nostra società si è improvvisamente trovata catapultata in una realtà distante e paradossale da quella di sempre. Senza rendercene neanche conto da un giorno all’altro le nostre vite sono cambiate, c’è chi ha perso tutto e chi si è perso in un limbo a causa dell’isolamento sociale che ci ha portati a trascorrere diverso tempo soli con noi stessi. In un mondo in cui non ci sono certezze da parte di nessuno come si può vivere ancora di speranze e avere progetti da realizzare?

Per leggere l’articolo integrale vai in edicola o scarica il nuovo numero della Riviera a questo link –> https://bit.ly/3w1vIRT
Autore: Francesca Agostino