Il tempo dei ricordi

90

Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data del 23 marzo.

Accadde che:

1839 (182 anni fa): risale il primo uso di cui si ha notizia della locuzione OK utilizzato infatti sul Boston Post. L’uso del termine O.K., le iniziali della trascrizione fonetica, si sarebbe così diffuso “Via mare” anche al mondo occidentale. Dal greco Όλα Καλά (trascrizione fonetica: ola kalà), che significa “Tutto bene”. Il termine OK ha cominciato a diffondersi in Italia a partire dal 1943, anno nel quale le truppe statunitensi sbarcarono in Sicilia e iniziarono la campagna militare che nel corso dei due anni seguenti li avrebbe portati a risalire l’intera Italia. Tuttavia, la diffusione gergale vera e propria iniziò solo alla fine degli anni settanta con il proliferare delle radio private a opera di alcuni D.J., i quali, abituati ad ascoltare canzoni inglesi, adottarono questa locuzione per esprimere in modo sintetico il loro punto di vista su argomenti, canzoni e altro.

1919 (102 anni fa): nella sala riunioni Circolo dell’alleanza industriale, in piazza San Sepolcro a Milano, Benito Mussolini fonda i Fasci di combattimento. Tra i fondatori ci sono persone di diversa estrazione sociale, ed orientamento politico; tra i primi aderenti anche cinque ebrei. In breve tempo, per tutto il mese di aprile, in diverse città aprirono diverse sezioni, anche se le adesioni non furono massicce.

Nato  oggi:

1908 (113 anni fa): nasce a Oppido (Reggio Calabria) Domenico De Giorgio storico e meridionalista.  Fonda e dirige la rivista “Historica” fino all’anno della sua morte. Di fondamentale importanza sono i suoi studi sul Risorgimento in Calabria. Muore a Reggio Calabria il 5 marzo 2002.