Il tempo dei ricordi

57
Foto: aforismi

Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data del 19 Maggio.

Accadde che:

1536 (486 anni fa): Anna Bolena, la seconda moglie di Enrico VIII d’Inghilterra, viene decapitata con la falsa accusa di adulterio. Fu regina di Inghilterra e Irlanda dal 1533 al 1536 e consorte di Enrico VIII Tudor. Il suo matrimonio con Enrico VIII è stato causa di notevoli sconvolgimenti politici e religiosi, che diedero origine allo Scisma anglicano, una serie di azioni durante il quale laChiesa di Inghilterra ruppe con l’autorità esercitata dalla Chiesa Cattolica romana. Spesso si è pensato, che la propensione di Enrico verso Anna fosse l’unica motivazione valida che contribuì all’annullamento delle nozze con Caterina; tuttavia, i motivi furono soprattutto politici. La regina Caterina non aveva donato al re un erede maschio, ma solo una bambina: Maria I d’Inghilterra. Anna era odiata dagli inglesi, in primis per aver spodestato e umiliato la regina Caterina d’Aragona simbolo di umiltà e fede cristiana; ma anche per aver spinto il re a separarsi dalla Chiesa di Roma. L’unione, tuttavia, fu di breve durata e, già a tre anni dal matrimonio, suscitò lo scontento di Enrico, poiché neppure Anna riuscì a dargli un erede maschio. Così mentre aveva puntato la nobile Jane Seymour, il re decise di liberarsi della moglie, facendola accusare di azioni tremende: le dissero di aver indotto il re a sposarla usando la stregoneria; di avere numerosi amanti e di aver cospirato per uccidere il sovrano. Arrestata e rinchiusa nella Torre di Londra, fu giudicata colpevole e decapitata, all’età di soli 29 anni.

1999 (23 anni fa): debutta nei cinema statunitensi Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma, stabilendo un nuovo record d’incassi per il primo giorno di proiezione, circa 28,5 milioni di dollari. È il quarto film della saga di Guerre stellari, il primo film della saga nella cronologia interna della storia. Il film segnò il ritorno alla regia di George Lucas dopo Guerre stellari, ponendo fine a una pausa di 22 anni. Il cast comprende Liam Neeson, Ewan McGregor, Natalie Portman, Jake Lloyd, Ian McDiarmid, Anthony Daniels, Kenny Baker, Pernilla August e Frank Oz. in ordine narrativo, come indica il sottotitolo “Episodio I”, rappresenta l’inizio della saga. È infatti il primo film della “nuova trilogia” (episodi I, II e III), antefatto della “trilogia originale” (episodi IV, V e VI). Le riprese generali si sono svolte presso gli studi cinematografici Fox in Australia e USA, mentre il set di Tatooine e la gara nell’arena di Mos Espa sono stati creati e ripresi in Tunisia. Il palazzo reale dei Naboo, invece, non è un set, ma è la Reggia di Caserta.

Scomparso oggi:

2016 (6 anni fa): muore, a Roma, Marco Pannella, all’anagrafe Giacinto Marco Pannella politico, attivista e giornalista. Nato, a Teramo (Abruzzo), il 2 maggio 1930 è da tutti ricordato come il fondatore, Segretario e Presidente del Partito radicale e della Lista Pannella; infatti, nel 1955 è tra i fondatori del Partito radicale, un raggruppamento che si fregiava del motto “Un partito nuovo per una politica nuova”. Nel 1965, inizia la campagna divorzista, una battaglia che sembrava persa in partenza ma che, proprio grazie all’assidua opera di sensibilizzazione radicale, ha visto trionfare i “sì”.  Nel 1976, viene eletto per la prima volta alla Camera (sarà rieletto nel 1979, nel 1983 e nel 1987) e poco dopo scoppia il caso Moro. Fra garantisti e “linea dura” con i terroristi, Pannella sceglie la prima posizione. Nel frattempo, viene anche approvata la legge 194 sull’aborto, subito contrastata da varie organizzazioni di stampo cattolico. Anche in questo caso, come per il divorzio, la lotta fra i due fronti è dura e spesso aspra ma, il 17 Maggio del 1981, il 67,9% degli italiani vota per il “No” all’abrogazione. La lunga carriera di questo instancabile uomo politico contempla una lista interminabile di incarichi, infinite battaglie e scioperi della fame per combattere in quello in cui credeva. Una delle sue frasi più significative è la seguente: “Io amo gli obiettori, i fuori-legge del matrimonio, i capelloni sottoproletari amfetaminizzati, i cecoslovacchi della primavera, i nonviolenti, i libertari, i veri credenti, le femministe, gli omosessuali, i borghesi come me, la gente con il suo intelligente qualunquismo e la sua triste disperazione”.