Il tempo dei ricordi

44

Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data del 27 Maggio.

Accadde che:

1703 (319 anni fa): lo zar Pietro I di Russia fonda la città di San Pietroburgo. Pietro il Grande fece iniziare gli scavi della fortezza dei Santi Pietro e Paolo sull’isola delle Lepri, al centro della Neva, in una zona paludosa e selvaggia, praticamente disabitata. Il nome originale di Sankt Piter burkh era stato conferito in lingua olandese, poiché Pietro il Grande aveva vissuto e studiato sotto mentite spoglie nei Paesi Bassi per un periodo di tempo, ed era divenuto un grande ammiratore della corte e dell’architettura olandese. La città venne concepita fin dall’inizio come porto commerciale e base navale. Un po’ alla volta, nella mente del sovrano prese forma l’idea di una città vera e propria, costruita dal nulla, in una zona peraltro totalmente inospitale. La città finì per rappresentare, per Pietro, la fuga da tutto ciò che non sopportava della vecchia Russia e fu destinata ben presto a divenire la nuova capitale dell’impero russo.

1939 (83 anni fa): esce, negli USA, Detective Comics#27, fumetto che vede la prima apparizione di Batman, personaggio creato da Bob Kane e Bill Finger. Detective Comics è una serie a fumetti pubblicata dalla DC Comics dal marzo 1937. Detective Comics è, insieme ad Action Comics, una delle due riviste a fumetti più longeve nel panorama supereroico statunitense. Batman (the Bat-Man in origine), fin dalla sua prima apparizione, divenne il protagonista indiscusso della testata. Su quello stesso albo faceva anche la sua prima comparsa il commissario Gordon, strenuo difensore della legge a New York (era questa la città di Batman, agli esordi), in opposizione alla lotta di Batman, che si ammantava dei colori della vendetta.

Scomparsa oggi:

2021 (1 anno fa): muore, a Milano, Carla Fracci, all’anagrafe Carolina Fracci, ballerina. Nata, a Milano, il 20 agosto 1936 è considerata una delle più grandi ballerine del ventesimo secolo. inizia a studiare ballo classico alla Scuola di danza del Teatro alla Scala nel 1946. Consegue il diploma nel 1954, poi prosegue la sua formazione artistica partecipando a stage avanzati a Londra, Parigi e New York. Dopo solo due anni dal diploma diviene solista, poi nel 1958 è già prima ballerina. A partire dalla fine degli anni ’50 le sue apparizioni sono moltissime. La notorietà artistica di Carla Fracci rimane perlopiù legata alle interpretazioni dei ruoli romantici come Giulietta,  Giselle e Francesca da Rimini e Giselle. La “Giselle” danzata da Carla Fracci con Bruhn è tanto straordinaria, che ne viene realizzato un film nel 1969. Regista di molte delle grandi opere interpretate da Carla è il marito Beppe Menegatti. Alla fine degli anni ’80 dirige il corpo di ballo del Teatro San Carlo di Napoli assieme a Gheorghe Iancu. Diventa, poi, protagonista di un evento storico quando si esibisce davanti alle recluse del carcere San Vittore a Milano. Dal 1996 al 1997, dirige il corpo di ballo dell’Arena di Verona. Nel 2003 le viene conferita l’onorificenza italiana di Cavaliere di Gran Croce. Nel 2004 è nominata Ambasciatrice di buona volontà della FAO. Parlando della danza ha detto: Il pubblico avverte sempre quando un artista è autentico, è sincero e delicato fino in fondo. Soltanto, con queste condizioni, può nascere, nell’interpretazione, la magia.