Il tempo dei ricordi

32
Foto: lene e people

Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data del 14 Settembre.

Accadde che:

1224 (798 anni fa): secondo la tradizione, Francesco d’Assisi  riceve le stimmate sul Monte della Verna. È stato il primo cristiano nella storia della chiesa a essere segnato dalle impronte della passione del Signore, che gli restarono impresse fino alla morte. Una vita vissuta nell’umiltà, o meglio nel voler diventare umile e simile a Cristo per la sua radicale scelta di vita evangelica, tanto da diventare anche  fisicamente il riflesso vivente di Cristo. Si racconta che due anni prima di morire San Francesco si trovasse alla Verna, un monte selvaggio, nella valle del Casentino. Era andato lì perché gravi tensioni si erano accese nell’Ordine, così il Santo desiderò allontanarsi, in ritiro spirituale. Vi giunse per vivere in solitudine quaranta giorni di digiuno e preghiera in preparazione alla festa dell’Arcangelo Michele di cui era fortemente devoto. Dopo una notte di preghiera, riceverette misteriosamente sul proprio corpo i segni visibili della Passione di Cristo: le mani, i piedi e il costato furono trafitti.

1991 (31 anni fa): il David di Michelangelo viene danneggiato da uno squilibrato, Pietro Cannata. L’uomo, entrato all’interno del Museo dell’Accademia di Firenze armato di martello, ha colpito la scultura sostenendo che fosse stata “La bella Nani” del Veronese a chiedergli di farlo. Al David  si scheggiarono  l’alluce e le prime due dita del piede sinistro. Si usarono i frammenti originali e i numerosi calchi esistenti per la sua ricostruzione. I Funzionari del Museo dichiararono da subito che il danno era riparabile poiché tutti i frammenti del dito erano stati raccolti.

Scomparsa oggi:

1982 (40 anni fa): muore, a Monaco (Principato di Monaco), Grace Patricia Kelly, principessa di Monaco e attrice statunitense naturalizzata monegasca. Nata, a Filadelfia (Stati Uniti), il 12 novembre 1929  è stata una star hollywoodiana che vinse l’Oscar alla miglior attrice per la pellicola “La ragazza di campagna” nel 1955. Dopo essersi diplomata alla scuola superiore, si recò a New York per frequentare l’American Academy of Dramatic Arts. Qui, dopo aver ottenuto il diploma, apparve in varie produzioni televisive e teatrali. La sua prima grande prova d’artista arriva nel leggendario “Mezzogiorno di Fuoco”. Grazie a questa interpretazione, Grace cattura l’attenzione del maestro della suspense, Alfred Hitchcock, che valorizzò in pieno il suo talento. Le affida, infatti, il ruolo di protagonista in “Delitto Perfetto”. In seguito, girano insieme anche “La finestra sul Cortile” e “Caccia al Ladro”. Quest’ultimo film  venne interamente ambientato sulla Costa Azzurra, un luogo che avrebbe cambiato il suo destino. Durante la sua successiva partecipazione al film festival di Cannes, infatti, Grace venne invitata a un incontro con il Principe Ranieri di Monaco. Ranieri, invaghitosi pazzamente di lei al primo incontro, fece di tutto per conquistarla, coprendola di attenzioni e di lettere d’amore, riuscendo a conquistare la bella attrice. Le sue nozze con Ranieri fecero epoca e la sua vita divenne per i rotocalchi storia da raccontare giorno per giorno. Il 23 Gennaio 1957 diede alla luce Caroline, mentre l’anno successivo, il 14 marzo, nacque il suo secondogenito, il Principe Alberto. Sette anni dopo, il primo di Febbraio, fu la volta della Principessa Stephanie. Il 13 settembre 1982, Grace e la figlia Stephanie furono coinvolte in un terribile incidente stradale mentre con la propria macchina si dirigevano dalla Francia a Monaco. Stephanie riuscì a uscire in tempo dalla vettura precipitata in un pendio, a differenza della madre che venne ritrovata priva di sensi. Era già in coma quando fu trasportata in ospedale, dove morì 36 ore dopo a soli 52 anni. Grace non fu mai dimenticata, sia per il suo luminosissimo passato d’attrice, sia per la sua storia personale molto simile a quella rappresentata nelle fiabe, sia per il suo stile inconfondibile fatto di grazia, charme e discrezione.