fbpx
mercoledì, Giugno 19, 2024
spot_img
HomeApprofondimentiIl tempo dei ricordi

Il tempo dei ricordi

Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data del 24 Settembre.

Accadde che:

1493 (529 anni fa): l’ammiraglio Colombo salpa per il suo secondo viaggio da Cadice, con 17 navi, fra cui la Niña ora denominata Santa Clara, con un equipaggio di circa 1200 uomini, tra i quali vi erano il figlio Diego, il fratello Giacomo. La rotta scelta da Colombo era più a sud rispetto al primo viaggio. Dopo 21 giorni di viaggio, il 3 novembre, la flotta raggiunse Dominica, chiamata in tal modo perché la raggiunse nel giorno di domenica. Il 19 novembre arrivarono a Porto Rico ed il 23 giunsero nella baia di Samanà. Colombo tornò ad Hispaniola, dove scoprì che gli uomini dell’equipaggio che aveva lasciato, a La Navidad, erano stati uccisi. Il navigatore genoese trascorse alcuni mesi nell’esplorazione dell’entroterra alla ricerca di oro e creò un nuovo forte, San Tomàs.

1959 (63 anni fa): viene trasmesso per la prima volta sugli schermi lo “Zecchino d’Oro”, il festival dedicato ai più piccoli e ideato e condotto da Cino Tortorella (il famoso Mago Zurlì). “Cari bambini buonasera, io sono Zurlì, il mago del giovedì. E questo è il mio regno che si chiama Fantasia”. Così, iniziò lo Zecchino d’Oro, in un teatro di Milano. Era la prima volta che, in Italia, i bambini erano i protagonisti di uno spettacolo canoro professionale. Tortorella strutturò la trasmissione come un vero e proprio Festival di Sanremo per bambini. La favola di Pinocchio fu il tema principale della prima edizione, durante la quale la canzone “Lettera a Pinocchio” conobbe uno straordinario successo anche al di fuori della manifestazione canora. I brani sono interpretati da bambini di età tra i 3 e i 12 anni che si contendono il premio chiamato appunto Zecchino D’oro. Ma oltre i bambini, è la musica la vera protagonista. Dal 1961, la trasmissione trova la sua casa definitiva all’Antoniano di Bologna. Nel corso degli anni il festival canoro non solo ha espresso un maggior impegno nei confronti dell’infanzia, anche trattando tematiche sociali ed educative importanti, ma ha anche abbinato la musica alla solidarietà. Infatti, dal 1991, lo “Zecchino D’oro” è riuscito, grazie al contributo dei telespettatori, a costruire scuole, case d’accoglienza ed ospedali nei diversi continenti. La prima edizione dello Zecchino d’oro andò in onda, nello stesso anno, in cui venne promulgata la Dichiarazioni dei diritti del Fanciullo dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Nato oggi:

1896 (126 anni fa): nasce, a Saint Paul (Minnesota), Francis Scott Key Fitzgerald scrittore, sceneggiatore e poeta, autore di romanzi e racconti. È considerato uno fra i maggiori autori dell’Età del jazz e dei cosiddetti “ruggenti anni Venti”. A Princeton, tappa fondamentale per la sua formazione come scrittore, perchè si immerge nella lettura dei classici e intrattiene rapporti di conoscenza e amicizia con numerosi intellettuali. Allo scoppio della Prima guerra mondiale, fa domanda di arruolamento  Il suo desiderio è quello di combattere in Europa in nome degli ideali di giustizia e libertà, ma viene inviato in Kansas, dove trascorre lunghi mesi inattivi e frustranti. In questo periodo, però, avviene l’incontro destinato a cambiare la sua vita: conosce ad un ballo Zelda Sayre, figlia di un noto giudice locale, i due si sposeranno nel 1920. Prima di arrivare al matrimonio, però, c’è stato un momento di rottura. Dopo il rifiuto dell’editore Scribner a pubblicare il suo primo romanzo, “Di qua dal paradiso”, Zelda lo lascia e lui vive in uno stato di ebbrezza continua per circa tre settimane. Il romanzo subisce poi una lunga revisione e viene pubblicato nel 1920, diventando in poco tempo un vero e proprio best-seller. Inizia così un periodo di spensieratezza che lo consacra come rappresentante della generazione perduta dei ruggenti Anni Venti. Nel 1921, dopo il trasferimento a New York, diventa assoluto protagonista del suo romanzo più noto: “Il grande Gatsby”. Mentre è alle prese con la stesura del romanzo “Gli ultimi fuochi” viene colto da un attacco di cuore,  muore, a Los Angeles, il 21 dicembre 1940, all’età di soli 45 anni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -