Immaginiamo un futuro a Polsi

62

Insieme i due giornali “la Discussione e la “Riviera”. Un appuntamento in un luogo misterioso, simbolico e carico di significato, Polsi ospiterà Domenica 18 luglio un incontro su “Ambiente e legalità”. Due temi che camminano insieme e portano ad un nuovo modo di vivere

Si avvicina domenica 18 luglio e la curiosità e l’attesa per la giornata di Polsi, “Ambiente 2021”, aumentano.

Lo avevo anticipato su questo giornale circa un mese fa, quando annunciai il convegno di POLSI AMBIENTE 2021 sul tema “Ambiente e legalità”: andremo a Polsi da cittadini e non da eroi per parlare normalmente di cose normali, come l’ecologia, come la salvaguardia dell’ambiente, che non può prescindere dalla legalità.

Non voglio ripetermi: lo faremo in un luogo dalla bellezza prepotente, nel cuore dell’Aspromonte, forse (anzi non forse) il Parco Nazionale più misterioso d’Italia.

Vi arriveremo con difficoltà, con le inadeguate strade che lo rendono difficilmente accessibile. Qualcuno verrà in fuoristrada percorrendo una strada sterrata e pittoresca. Altri attraverso un percorso più lungo, ma sostenibile anche da un’auto normale (ma robusta).

Quando saremo lì riuniti e cominceremo a ragionare, ciascuno di noi con le sue peculiarità, con la sua cultura, con la sua religiosità, con le sue idee, ci accorgeremo che il discorso sull’ambiente non soltanto è centrale, nel senso di coinvolgere veramente tutti, ma che è anche l’unico discorso possibile e che abbia una prospettiva concreta.

L’essenzialità dell’austero Santuario della Madonna della Montagna, ci inviterà a ripensare ad un modo di vivere, al progresso vertiginoso degli ultimi due secoli, che ha portato l’umanità sull’orlo del baratro, con un consumo non responsabile delle non infinte risorse del pianeta e con influenze negative sull’ecosistema.

Con la necessità, quindi, di darsi tutto insieme delle regole e di rispettarle, perché non ci potrà essere nessuna salvaguardia ambientale, se non nel rispetto delle norme.

Ne parleremo, quindi a Polsi, un luogo estremamente significativo, dal quale può partire un movimento culturale inarrestabile.

Tommaso Marvasi

Per  leggere la versione integrale dell’articolo, scarica la Riviera di domenica 11 luglio. Clicca qui in basso

https://www.rivieraweb.it/wp-content/uploads/2021/07/r28.pdf