Lamezia: piloti stanchi e 200 passeggeri rimangono a terra

495

Ieri sera, venerdì 1 aprile, all’aeroporto di Lamezia Terme, circa duecento passeggeri sarebbero rimasti bloccati per diverse ore perché, da quanto si apprende, i piloti del volo Ryanair si siano rifiutati di proseguire il loro lavoro giornaliero, adducendo ragioni di orario e di stanchezza per via dei troppi voli effettuati durante la giornata.

Soltanto in tarda nottata i 200 passeggeri, che attendevano di essere imbarcati per il volo Lamezia-Milano Malpensa, in partenza alle 22:40, sono stati trasferiti in un hotel della zona in attesa che il loro aeroplano decollasse. Nonostante le vibranti proteste, infatti, il volo è stato effettivamente annullato e solo questa mattina ha effettuato il collegamento.

Dalla Gazzetta del Sud, arriva la testimonianza di uno dei passeggeri: “Dovevamo partire con un volo Ryanair alle 22:40 da Lamezia Terme direzione Malpensa. Sono le 2 di notte e ci è stato comunicato che il volo è stato cancellato. Motivo? I piloti hanno viaggiato troppo durante la giornata, hanno superato le ore e quindi non possono ritornare. Ci hanno lasciato 200 persone con bambini piccoli e persone anziane, e disabili in balia di non sappiamo neanche cosa. Ci hanno fatto fare, addirittura, una scenetta: ci hanno fatto arrivare all’aeromobile, ma una volta arrivati lì i piloti si sono rifiutati di rimettersi in volo dicendo che erano stanchi. La povera hostess era disperata e non sapeva cosa fare: dopo tante peripezie e dopo tante telefonate è riuscita a farsi dire che hanno rinviato il volo a stamattina alle 9 e pare che ci porteranno in un hotel a trascorrere la notte e poi si dovrebbe partire”.