L’arte incontra la neuroscienza: la Brain Art del sidernese Francesco Fedele negli USA”

265

Francesco Fedele è un Sidernese emigrato negli Stati Uniti 20 anni fa per intraprendere gli studi del dottorato Americano. Dopo una esperienza di post-dottorato alla NASA Goddard Space Flight Center, dal 2007 è professore alla Georgia Institute of Technology (Georgia Tech) in Atlanta, USA. 

Francesco è entrato nella World’s Top 2% Scientists List’ prodotta dalla prestigiosa Stanford University (California, USA). Il report prodotto, usando indicatori riconosciuti in ambito internazionale, ha identificato oltre 150.000 ricercatori di tutto il mondo che hanno accelerato il progresso nel proprio settore grazie alla loro ricerca scientifica. Egli è stato riconosciuto a livello internazionale come uno dei migliori ricercatori al mondo. 

Questo riconoscimento internazionale è il frutto di duro lavoro, del suo entusiasmo e perseveranza negli studi e ricerche intrapresi negli ultimi venti anni, che interessano diversi campi della scienza.  Francesco collabora con ricercatori Italiani dell’Università “La Sapienza” di Roma e del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Ha, anche, collaborazioni internazionali con ricercatori della “University of North South Wales” in Australia, della “University College of Dublin” in Irlanda, della “Universite’ de Savoie” ed il centro di Fisica Teorica al CNRS di Marsiglia in Francia. 

Egli studia il fenomeno delle misteriose onde anomale del mare, le cosiddette “rogue waves”. Ma studia anche le onde gravitazionali nell’universo in accordo alla teoria di relatività generale di Einstein. Le sue ricerche scientifiche sulle onde sono apparse su prestigiose riviste come NATURE, Journal of Fluid Mechanics, Journal of Physical Oceanography e Physical Review Letters. Si è soffermato sul fenomeno delle onde anomale durante l’uragano Joaquin, quando vicino al triangolo delle Bermude la nave Americana “El Faro” è affondata con la scomparsa del personale di bordo. 

I suoi interessi spaziano  anche nell’arte. Nel 2017, ha iniziato a disegnare e dipingere studiando I grandi maestri da Leonardo da Vinci, ai più moderni come Pablo Picasso, Henri Matisse and Vincent van Gough. Inoltre insegna l’arte nei corsi d’Ingegneria a Georgia Tech ,insieme all’artista Americana Rachel Grant di Atlanta. 

Recentemente, Francesco ha iniziato a studiare le brainwaves, le onde celebrali prodotte dall’attività del campo elettrico e magnetico prodotti dalla mente umana. Ha cominciato ad esplorare la sinergia di arte, tecnologia e delle neuroscienze per esplorare la natura invisibile della mente umana. La ricerca ha mostrato che le onde cerebrali di un individuo sono la firma dei modi invisibili, in cui le nostre menti si collegano e interagiscono con le persone che ci circondano. Il suono di una equazione matematica è differente dal suono di un dipinto? Quali sono le attività celebrali di chi fa matematica e di chi fa arte come dipingere o disegnare ? Come si comporta la mente umana quando dipingiamo o risolviamo equazioni? Si può misurare la creatività degli artisti e scienziati? Chi fa arte crea e pensa come chi fa scienza? Chi fa scienza crea e pensa come un’artista ?

Queste sono alcune delle domande a cui Francesco vuole dare una risposta con la sua nuova ricerca.