Le avventure dello scorpione di #inpiedipersiderno

526

A Siderno in vista della chiusura delle liste elettorali per le elezioni amministrative, del 3 e 4 ottobre prossimi, sta succedendo di tutto. Il paese è già invaso dai faccioni di Mariateresa Fragomeni e Domenico Barranca sia a nord che a sud, i due sono sicuramente i favoriti per la vittoria finale, ma i candidati al momento sono rimasti in 5. Per cui sono anche in corsa Antonio Sgambelluri e Antonio Cutugno con 2 liste ciascuno. Oltre a Stefano Archinà, con la lista #inpiedipersiderno, che sta animando gli animi dei soci e interrogando la cittadina tutta. Perché alle 13,39 del 30 agosto, come nel famoso film un settimana da Dio, noi come tutte le redazioni abbiamo ricevuto un comunicato che lamentava tutta una serie di problemi e annunciava che il movimento saltava la competizione elettorale e chiudeva con un arrivederci alle prossime urne. Che strano. Ancora più strano il fatto che qualche ora dopo nè il presidente dell’associazione Paola Albanese e nemmeno il candidato a sindaco nè sapevano niente. Anzi. Siamo veramente confusi, se abbiamo capito bene i fondatori senza aspettare la riunione decisiva, con molti di quelli che si volevano candidare a consigliere, hanno deciso di fare e inviare un comunicato stampa. Mistero. Ma ancora più misteriosa è la frase che uno dei fondatori ha scritto ieri sera sui social, che a questo punto diventa una frase cult di Siderno. Da Michele Macrì: “Ma la storia dello scorpione che voleva attraversare il fiume, ve l’ho mai raccontata? A voi o ai posteri l’ardua sentenza”.