“Libera”, sit-in dopo le intimidazioni ai Rettori

40

Nelle settimane scorse, date alle fiamme le autovetture di Giuseppe Zimbalatti (“Mediterranea”) e Antonino Zumbo (“Dante Alighieri”). Stamattina, la manifestazione di solidarietà a Reggio Calabria promossa dall’associazione antimafia  

Questa mattina nel cuore di Reggio Calabria sit-in dell’associazione antimafia Libera in segno di solidarietà ai Rettori dell’Università “Mediterranea” e dell’Università per stranieri “Dante Alighieri” Giuseppe Zimbalatti e Antonino Zumbo – che hanno entrambi aderito alla manifestazione, pur non presenziandovi -, dopo l’incendio delle auto di entrambi.
Un’intimidazione che ha raccolto una quarantina di persone tra studenti, docenti e – soprattutto – esponenti del mondo associazionistico cittadino. Dolorosa, ma non del tutto inattesa, la completa assenza di rappresentanti istituzionali.
La “Dante Alighieri” era comunque rappresentata da alcuni esponenti tra i quali la docente Gisella Murgia, che in un appassionato intervento ha sottolineato come non si possa restare indifferenti a quanto perpetrato e che occorre ripartire da cultura e alta formazione. Tra gli interventi quello di Mimmo Nasone, che ha messo in chiaro come il silenzio sia inaccettabile, anche perché fortemente auspicato e perseguito proprio dalle ‘ndrine.