Libertà ai vaccinati e green pass illimitato

264

A distanza di un mese dall’ultimo decreto, il governo rivoluziona nuovamente le misure anti Covid, dando maggiore libertà ai vaccinati e introducendo il green pass illimitato per coloro che hanno ricevuto la terza dose.

Il ministro della salute, Roberto Speranza, introduce delle novità importanti riguardanti le misure cautelari contro il Covid. I nuovi provvedimenti vedono le scuole come tema più urgente, visti i disagi e le complicazioni che non smettono più di finire, con il caos che regna tra studenti, docenti e famiglie a casa. Il ministro incoraggia tutti e cerca di affondare questo clima di tensione che si ripercuote sulla società parlando di “nuova normalità”. Le previsioni future vedono dimezzato il periodo da scontare in Dad dopo essere stato a contatto con un caso di positività e aver riportato un tampone negativo entro la data prevista ma la cosa ancor più curiosa è che ciò riguarderà solo i non vaccinati. Anche nel caso in cui sorgessero numerose positività, la parte della classe vaccinata potrà tranquillamente continuare a frequentare le lezioni in presenza. Eccezion fatta per asili nido e scuole dell’infanzia dove, al raggiungimento della quinta positività, si rimarrà tutti a casa. Il capitolo mascherine, invece, resterà immacolato. Obbligo delle Ffp2 per tutti gli studenti con età superiore ai 6 anni, anche per le maestre di asili nido e infanzia. Per quanto riguarda il ritorno a scuola (di ogni ordine e grado) dalla quarantena sarà obbligatorio solo fare un tampone antigenico o molecolare, mentre non occorrerà mostrare il certificato medico. Voltando pagina e parlando della vita sociale al di fuori delle mura scolastiche, vedremo un rafforzamento della validità del vaccino davanti alla colorazione regionale in riferimento ai casi. Chi ha completato il ciclo vaccinale potrà vivere in piena libertà, le restrizioni rimarranno solamente per coloro che non lo hanno fatto oppure non completato. La novità più intrigante che uscirà fuori dalle nuove normative sarà la durata illimitata del green pass per coloro che hanno ricevuto le tre dosi di vaccino e per gli individui guariti dal Covid con due dosi. Gli altri green pass (da guarigione) vedranno invariata la loro validità semestrale. Per quanto concerne hotel e ristoranti non ci sarà più il problema per gli stranieri che, entrati in Italia con una sola dose, potranno servirsi del loro green pass base anche per entrare in suddetti locali (dove di norma servirebbe quello rafforzato). Il capitolo tamponi, infine, prevede una durata di 48h per gli antigenici e 72 per i molecolari.