Liceo scientifico “Zaleuco”: meritato successo al concorso Borsa di studio “G. Logoteta”

87

Il Liceo Scientifico Zaleuco, guidato dal Dirigente Carmela Rita Serafino, ha fatto di nuovo centro, questa volta alla sedicesima edizione del Concorso – Borsa di studio “Giuseppe Logoteta”, indetto dall’Associazione Culturale “G. Logoteta” e riservato agli studenti degli ultimi due anni (IV e V anno) delle Scuole Secondarie di Secondo Grado.

L’obiettivo principale è quello di sostenere i ragazzi con particolari capacità letterarie e artistiche, perchè possano meglio affinare le loro doti e andare, così, ad arricchire, di presenze eccellenti, il contesto sociale. La premiazione si è articolata in due sezioni: a) Sezione Letteraria; b) Sezione  Artistica.

Per la Sezione Letteraria due premiazioni: 1) Premio “Giuseppe Logoteta”, riservato esclusivamente agli alunni iscritti alle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Reggio Calabria;

2) Premio “Piramide Aurea”, riservato esclusivamente agli alunni iscritti alle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Catanzaro, Cosenza, Crotone e Vibo Valentia. Nell’ambito dell’area letteraria una Sezione Regionale dedicata alla poesia e intitolata al Preside Nicola Catalano, inerente al tema del Concorso. Per la Sezione Artistica il Premio pittorico “Paolo R. Mallamaci”, riservato agli alunni iscritti alle scuole secondarie di secondo grado della Regione Calabria. Nell’ambito dell’area artistica una Sezione Regionale dedicata alle opere Multimediali, inerenti al tema del Concorso. I ragazzi, nelle diverse sezioni, si sono cimentati nella realizzazione di un elaborato: letterario, poetico e pittorico, seguendo le tracce inviate dagli organizzatori dell’evento. Per gli elaborati letterari lo spunto è stato un ipotetico incontro con Dante Alighieri: “Ieri ho incontrato Dante e mi ha chiesto – Cosa ti ha maggiormente colpito del mio viaggio tra l’umano e il divino? – Per gli elaborati artistici la traccia da seguire è stata: la Divina commedia attraverso lo sguardo di padre Dante. Per i componimenti poetici: Dante Alighieri ci ha rivelato che “Poesia, Amor e Cor gentil sono una cosa……”.  Alla fine del percorso, seguito, con grande professionalità ed esperienza, dalla prof.ssa Rosella Fontana, i ragazzi hanno raccolto i meritati frutti. Panetta Noemi, classe IV A, primo posto Sezione Letteraria – premio “Giuseppe Logoteta”, con un elaborato in cui si narra, nello scenario attuale della guerra, di un ragazzo che riesce a conservare un piccolo libro, dono di suo nonno, che narra della figura di Dante alla ricerca di se stesso. Il fascino della storia lo guiderà ad imparare la lingua italiana, come forma di liberazione dal baratro della malvagità. Marco Mammone, classe IV B, secondo classificato nella Sezione Poetica, con un componimento dal titolo ” Amore di occhi gentili”. Un’ ode, delicata e profonda, sulla bellezza dell’Amore genuino e gentile, che può dissipare i silenzi più profondi (“……come tuono che squarcia il silenzio della notte”), far brillare più del Sole e illuminare, così, la propria vita, in tutto ciò che essa ha in serbo. Deborah Callà, classe V D, terza classificata nella Sezione Artistica, con l’opera pittorica ” Metaverso dantesco”. Una rappresentazione ben articolata e strutturata, a livello prospettico, dell’ Oltremodo di Dante, che potrebbe appartenere già alla nostra attuale esistenza: il fuoco del dubbio morale delle nostre azioni, che, spesso, consumano la coscienza nelle fiamme (Inferno), ma anche il relativo ristoro, all’ ombra di frondosi alberi, metafora dei nostri maestri e consiglieri ( Purgatorio), il cui merito sta nel far risplendere noi stessi, come fulgido sole, nella vita futura, con tutte le relative e meravigliose  soddisfazioni (Paradiso). Desirè Callà, classe IV D, menzione di merito nella Sezione Artistica, con l’opera pittorica ” Visioni”, in cui è riuscita a rappresentare, in maniera unica e singolare, il viaggio metafisico di Dante e Virgilio, attraverso una visione surrealistica, ma ben equilibrata nei simboli, nei colori e nella prospettiva. La premiazione ha avuto luogo nella Sala Ricevimenti “Villa Blanche” di Pellaro, domenica 5 Giugno, alla presenza del Presidente dell’Associazione “Giuseppe Logoteta” dottor Giuseppe Dattola, della dottoressa Princi, mediatrice preziosa fra il percorso concorsuale e le scuole partecipanti, e di altri illustri personaggi: Maurizio Maisano, Gian Paolo Barbi, Angelo Di Rosa e Antonio Seminario. La stessa è stata preceduta da un convegno sulla figura di Dante Alighieri, e dall’eccellente performance teatrale del filosofo, saggista, attore e regista Franco Ricordi sul capitolo 26 dell’Inferno, reduce da un enorme successo alle Terme di Caracalla con uno spettacolo in cui ha interpretato l’intera Commedia dantesca in 21 serate. I versi, declamati dal Ricordi, hanno saputo avvincere gli spettatori, creando un’atmosfera in cui lo spirito di ciascuno si sentiva emotivamente coinvolto nella scena, un pathos a tutto tondo, che solo un grande attore può suscitare. Il momento della premiazione è stato quello più atteso dalle scuole. All’annuncio dei vincitori della nostra scuola, per le tre sezioni del Concorso, l’invito alla Preside del Liceo Zaleuco ad intervenire. Le sue parole sono state cariche di gratitudine e commozione, per i risultati ottenuti, ribadendo come i talenti dei ragazzi dipendono, per buona parte, dal costante lavoro dei docenti, più che altro dietro le quinte e spesso poco considerato, ma carico di soddisfazione quando si raggiungono ottimi risultati. E su questi concetti si può affermare, ormai con consapevolezza acquisita, che il Liceo Zaleuco è una scuola altamente formativa, assicurando ai suoi allievi una preparazione culturale esaustiva e competitiva, motivo di vanto, per l’intera Locride e non solo.

“L’Arte spazza la nostra anima dalla polvere della quotidianità” (Pablo Picasso)

 

 

                           IL COMITATO