L’infiorata di Portigliola

137

Un intreccio di fede e tradizione a Portigliola, che il 19 Giugno ha  festeggiato  il Corpus Domini  con la oramai tradizionale l’infiorata .

L’evento, oramai è diventato uno degli appuntamenti più attesi del piccolo borgo locrideo , ha ospitato temi “religiosi e sociali, creati e realizzati esclusivamente con petali di fiori dai “giovani  Infioratori”. Un evento ideato e creato dall’amministrazione comunale, ed ora  riprende con l’associazione Culturale don Fabio Falduto in collaborazione con i giovani del paese e  la Parrocchia San Nicola di Bari, dopo lo stop di due anni per Covid. I lavori sono stati portati  avanti per tutta la mattinata  di domenica, per poi regalare nel tardo pomeriggio  uno spettacolo emozionante. Una infiorata un po’  ridimensionata, ma piena di partecipazione e di emozione.

Uniche le sue caratteristiche; da un lato la continuità  dall’altro, l’uso esclusivo in essa di fiori e foglie in un periodo dell’anno avaro di fiori.
Solo cosi si riesce ad ottenere un vero e proprio tappeto floreale colorato e profumato. L’insieme dell’infiorata è costituito da un grande rosone circolare, sormontato da un’ altare allestito sulla gradinata della piazza, che domina i  quadri composti sul selciato della piazza dell’infiorata, contornata di balconi e gradinate, ed il cui proporzionato declivio consente la giusta visione del lavoro.

Per la realizzazione delle opere vengono impiegate tecniche piuttosto sofisticate; per ottenere una definizione pressoché perfetta dei disegni, i fiori vengono impiegati interi oppure tagliuzzati, in frammenti di diverse dimensioni, sapientemente mischiati per ottenere infinite sfumature di colori.
L’effetto pittorico è assolutamente unico nel suo genere, come in un arazzo tessuto da capo a fondo, la squadra degli infioratori ha lavorato sin dalle prime ore del mattino  per preparare l’opera.
Domenica 19 giugno, l’evento è stato aperto con la tradizionale calata del sacro cuore nella graziosa chiesa di San Nicola di Bari  per proseguire, dopo la Santa Messa  officiata  dal parroco di Portigliola, don Natale Spina, in processione per le vie del paese,  fino a raggiungere il momento culminante rappresentato dall’ingresso nella piazza dell’infiorata  con il passaggio del Sacro Cuore  sul tappeto floreale allestito nella splendida piazza Garibaldi. È stato un evento molto partecipato, un giornata di forti emozioni, fede e tradizione portigliolese”.

Il presidente

Emily Audino