Locri premia Scaglione e Milicia: due ingegneri calabresi sul tetto del mondo

126

“Radici calabresi” è il premio che l’Amministrazione comunale ha inteso istituzionalizzare per conferire il giusto riconoscimento alle donne ed agli uomini di origini calabresi che, con impegno e professionalità, hanno dato lustro alla Calabria consentendo di divenire fucina di personalità socialmente e culturalmente rilevanti in ambito internazionale.

Così nella prima edizione lo scorso anno è stato conferito il premio Radici calabresi alla Rettrice della Sapienza Università di Roma, professoressa Antonella Polimeni.

Un riconoscimento attribuito dall’Amministrazione di concerto con il consigliere comunale Carlo Previte, dottore laureato alla “Sapienza Università”, e la già dottoranda alla “Sapienza Università” avvocatessa Anna Maria Pancallo, con il sindaco Giovanni Calabrese e l’assessore alla cultura Domenica Bumbaca.

Per la seconda edizione gli stessi hanno deciso di conferire il premio a due ingegneri professionisti locresi che si sono distinti sul panorama mondiale per la loro brillante carriera: Anna Scaglione e Francesco Milicia.

Questa sera, mercoledì 10 agosto, alle ore 20, saranno premiati dal sindaco Giovanni Calabrese e dall’assessore alla cultura Domenica Bumbaca che leggeranno le motivazioni, insieme a Anna Maria Pancallo e Carlo Previte.