Mediterraneo senza frontiere

93

Ridisegnare i confini.

Sabine Réthoré è una cartografa, un artista che fa quel che l’arte dovrebbe sempre fare.

Ci aiuta a spostare lo sguardo.

“Mediterraneo senza frontiere” è il titolo dell’opera.

Che ha fatto Sabine?

Ha girato la carta geografica di 90°, spostando così i punti cardinali. Poi ha riscritto i nomi di città, regioni senza i confini: “Je n’ai pas dessiné les frontières qui nous divisent, mais les milliers de routes qui nous relient.”

Ecco cosa succede.