fbpx
domenica, Luglio 21, 2024
spot_imgspot_img
HomeApprofondimentiMelicucco: la presidente di Novi Orizzonti incontra i giornalisti

Melicucco: la presidente di Novi Orizzonti incontra i giornalisti

Nella Sala conferenze (ex Asilo delle suore)  si è tenuto l’atteso incontro con la stampa e con le Associazione e con i cittadini organizzato dall’Associazione Nuovi Orizzonti, la quale, in queste settimane, si trova al centro di una polemica con l’Amministrazione Comunale guidata da Francesco Nicolaci, sulla questione della gestione del Parco Baronelli.

La presidente Deborah Ciricosta, assistita dalle ragazze e dai ragazzi di Nuovi Orizzonti, si  è presentata a questo evento portando tutta la documentazione cartacea, dei video e delle immagini che riguardano oltre cinque anni di attività svolte nel Parco Baronelli , gestito dall’Associazione a seguito dell’assegnazione tramite un bando pubblico.

“Dopo le polemiche di questi giorni -ha affermato la Ciricosta- era doveroso, a difesa dell’operato della mia Associazione- tenere questo incontro per fare chiarezza una volta per tutte, del lavoro svolto dai soci della mia Associazione  in tanti anni di gestione del Parco Baronelli.

“Abbiamo preso l’area verde del Parco Bisogni, che era un’area abbandonata e degradata e grazie all’impegno e al sostegno, anche economico, dei soci  l’abbiamo trasformata  un centro di incontro e di socialità. Centinaia di giovani e giovanissimi hanno animato in questi anni l’attività del Parco con la realizzazione di manifestazioni culturali, come “Libri al Parco”, dei “Campi estivi”, delle “mostre dell’artigianato locale, di incontri pubblici sui temi di attualità, delle manifestazioni  come quella della “giornata contro la violenza alle donne”, dell’inaugurazione, tra l’altro, di una “Panchina Rossa” e la ricorrenza dell’”8 marzo”.

“Melicucco dal 2017 al 2022 è diventato un centro di incontri con varie Associazioni e autori e scrittori  provenienti da tutta la Piana, i quali  hanno avuto modo di apprezzare l’impegno e la professionalità di queste ragazze che sono cresciute in un rapporto di socialità e di incontro con i loro coetanei.

“La concessione firmata nel 2017 con il Comune di Melicucco, per la gestione dell’area, prevedeva che alla scadenza (2022) si potesse prorogare la stessa per altri quattro anni. Noi abbiamo chiesto proprio questo alla nuova compagine Amministrativa, capeggiata dal Professore Nicolaci. Lo stesso Sindaco alla presenza di tutte le ragazze, aveva dato assicurazione di un “rinnovo con nuovi termini” della concessione dell’area” come testimoniano le registrazioni video e audio in nostro possesso”.

“Se oggi siamo qui a discutere con i cittadini e la stampa, è perché il Sindaco Nicolaci si è rimangiato la sua parola. Ma quello che è avvenuto successivamente tra il 2022 e il 2023 ha dell’assurdo.

“L’Associazione segnala, anche se non più gestore del Parco, di alcune situazioni di pericolo di tipo strutturale sul parco giochi e chiede l’intervento dell’Ente Comunale, il quale, invece di aprire un dialogo con l’Associazione, ai primi di Dicembre 2023,in modo unilaterale, emana, per lavori di riqualificazione, “un’ordinanza di chiusura con il divieto di accesso  a tutti, compreso i soci di nuovi orizzonti” proprietari, tra l’altro, di un chiosco all’interno del Parco.

Non viene posto un “Cartello di cantiere” come prevede la normativa sui lavori pubblici e privati; lo stesso parco di fatto resta aperto; i lavori non iniziano come dovrebbe essere visto che è un lavoro di somma urgenza.

“Mi attivo inviando delle PEC al comune per avere dettagli sui tempi e sulla qualità degli interventi ,  anche sulla base delle assicurazioni date dal Sindaco in precedenza  sulla possibilità di un prosieguo  delle attività da parte della nostra Associazione.

“Ebbene nessuna risposta viene comunicata, anzi il Sindaco non risponde più ai nostri messaggi e mi trovo costretta, anche a seguito di diverse richieste da parte dei soci, dei ragazzi, dei genitori che chiedevano i motivi della non riapertura del Parco, di informare con manifesto pubblico, il 21 febbraio 2024, i cittadini delle vicende che riguardavano l’area verde.”

IL Sindaco Nicolaci invece di convocare l’Associazione, emana un comunicato stampa accusando l’Associazione di “non aver rispettato i termini del contratto “e di “interessi particolari”.

Una forma strana e scorretta, in dispregio di tutto quello che dovrebbe esserci per ricercare la “collaborazione tra Ente comunale e Associazionismo “.

“Allora facciamo chiarezza. Il 2017 e il 2018 sono stati anni difficili che ci hanno visto impegnati a dare avvio alle attività del Parco, ma abbiamo adempiuto ai nostri compiti. Abbiamo installato il contatore a scatti per il consumo dell’energia elettrica e per gli eventi musicali, abbiamo regolarmente stipulato contratti temporanei con l’Enel. Abbiamo tenuto il Parco in condizioni ottimali anche dopo una bufera che ha distrutto i gazebo e diverse strutture, compreso la caduta di alberi. Abbiamo   garantito l’accesso gratuito a tutti e le poche risorse, provenienti dall’attività del Bar, sono state reinvestite per la manutenzione dello stesso Parco.

Non riusciamo a capire a cosa voglia puntare il Sindaco se non ad “estromettere l’Associazione Nuovi Orizzonti dalla gestione del Parco”.

“Noi vogliamo continuare la nostra attività associativa e per questo abbiamo chiesto che ci venga assegnata una sede per avere un punto di incontro. In ogni caso sollecitiamo l’Amministrazione Comunale di rendere chiara quale sarà la destinazione del Parco, augurandoci che non ritorni ad essere un’area abbandonata.”

Presenti all’incontro diverse Associazioni con i loro responsabili, le quali ,hanno posto l’accento sulle difficoltà  di creare una fattiva collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Melicucco sul discorso associativo e del volontariato.

Tra queste:  Giusi Spada, impegnata da sempre in attività sociali e culturali; “Noi ci siamo” con Maria Filomena; la Professoressa Franca Ieranò, Presidente di Progetto Donna Cinquefrondi-Melicucco; Rino Lo Giacco Presidente dell’Associazione “La Fenice”, il quale ha portato ha conoscenza i presenti di alcune proposte di collaborazione, rimaste  lettera morta, con l’Amministrazione Comunale per realizzare un Concorso di poesia e per la pubblicazione di un libro sui “Caduti melicucchesi di Vittorio Veneto” durante la 1°Guerra Mondale.

Nel dibattito sono intervenuti: Aldo Polisena collaboratore storico di Nuovi Orizzonti e Presidente dell’Associazione “Alioscia”; Nino Cento socio fondatore della cooperativa Zomaro resort di Cittanova.

Inoltre ha portato il suo contributo di esperienza come scrittore ed organizzatore di eventi culturali, il Dott. Vincenzo Furfaro. Ha portato la sua vicinanza, pur non entrando nel merito delle questioni, l’avvocato ed esponente politico, Salvatore Impusino .

Sono intervenuti, in qualità di cittadini, ma anche nel ruolo di Consiglieri Comunali, Daniele Auddino e il già Sindaco Salvatore Valerioti, il quale ,si è augurato che si possa “riaprire un dialogo tra le parti   che è fondamentale alla crescita del nostro Paese, ma anche come riconoscimento e sostegno per chi  opera nel volontariato”.

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -