‘Ndrangheta: 24 arresti per traffico internazionale di droga

1138

Questa mattina è scattata un’operazione della Guardia di finanza che, con il coordinamento della Dda di Reggio Calabria, ha stroncato un traffico internazionale di droga.

Su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri, il gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare per 24 persone nelle province di Reggio, Catania, Messina, Vibo Valentia, Salerno, Milano e Pavia: 15 sono finite in carcere e 9 ai domiciliari.

Il blitz è il seguito dell’operazione “Magma”, che nel 2019 aveva portato a 45 arresti e a destrutturare la cosca Bellocco di Rosarno.
L’inchiesta di oggi ha confermato la forza e la capillarità, sia nazionale che internazionale, dei narcos calabresi, che continuano a porsi quali interlocutori privilegiati con le più qualificate organizzazioni mondiali. La cosca di Rosarno, secondo l’accusa, si sarebbe servita di preferenziali e collaudati canali di approvvigionamento esteri. Le forze dell’ordine hanno ricostruito i contatti con le organizzazioni che avevano le basi operative in Albania e Brasile. Dal Sudamerica era arrivato in Calabria un esponente dei narcos per ncontrare un esponente dei Bellocco e risolvere problematiche legate al pagamento di una partita di cocaina.

Secondo l’inchiesta, la cosca produceva propri ingenti quantitativi di cannabis curandone poi la lavorazione. Nei mesi scorsi sono state sequestrate 1227 piante di cannabis e 74 chili di droga e due soggetti sono stati arrestati. Le piazze di spaccio siciliane venivano rifornite di droga attraverso appositi corrieri.