Nuovo decreto Covid: rischia di chiudere l’esperienza di Winterland

560

Ecco le misure approvate all’unanimità dal Consiglio dei ministri. Le feste all’aperto sono vietate, si chiude così l’esperienza sidernese di Winterland.

Il Consiglio dei ministri ha approvato all’unanimità il decreto legge “Festività”, con le nuove norme anti-Covid. Tra queste l’adozione della mascherina all’aperto anche in zona bianca, l’uso della FFP2 negli stadi, mezzi di trasporti, cinema e teatri, il super green pass per poter accedere a piscine, palestre, sale bingo, musei. Stop alle feste e ai concerti in piazza, sforbiciata alla durata del green pass, che passa da 9 a sei mesi.

Questa decisone comporta la fine dell’esperienza sidernese di “Winterland”, perché il sindaco dovrà prendere atto del decreto e smontare la struttura che si trova in piazza Portosalvo, dove in questi giorni i giovani della consulta, insieme ai titolari di molti locali si erano impegnati per far tornare l’aria del Natale, dopo i molti anni di commissariamento. Che dire dispiace, perché abbiamo seguito da vicino l’impegno della cittadina a ricostruire dove molti erano scettici, l’impegno di molti ha riportato il sorriso a molti bambini che hanno partecipato ad alcune manifestazioni e anche i ragazzi che sono tornati dalle Università si stavano divertendo, la sera, con i live in piazza. Ora bisogna smontare, il Natale sarà sicuramente più triste, ma la pandemia non scherza, per cui le misure di sicurezza imposte vanno accettate e rispettate. Bravi, comunque, dall’amministrazione comunale, alla consulta giovanile, ed a tutti quelli che hanno reso possibile questo sogno, che finché è durato è stato bello.