Omicron è la nuova variante del Covid

150

Omicron è la nuova variante sudafricana del Covid. Essa sembra fare molta paura e lo dimostrano il crollo delle Borse internazionali e lo stop ai voli provenienti dal Sudafrica deciso da vari paesi.

Le informazioni che si hanno  oggi

Omicron ha 32 mutazioni sulla propria proteina spike (quella che il coronavirus usa per agganciare le cellule umane ed entrare al loro interno). Gli esperti rilevano che il numero è molto alto, peraltro raggiunto in un tempo brevissimo. Tutto ciò crea parecchia preoccupazione. Basti considerare che le 32 mutazioni in questione, sono il doppio rispetto a quelle della variante Delta e il triplo di quelle dell’Alfa. Una simile struttura organica rischia di minare i progressi compiuti in materia di vaccini. E la Comunità Internazionale, in queste ore, si sta proprio chiedendo se i vaccini resisteranno ad una simile variante. 

A lanciare l’allarme in questo senso è l’Ecdc (Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie): «Sulla base delle evidenze disponibili, è probabile che la nuova variante rilevata in Sudafrica, il cui nome tecnico è B.1.1.529, sia associata a un livello molto alto di trasmissibilità e fuga immunitaria significativa».

Inoltre, l’Università di Oxford ha spiegato che gli attuali vaccini saranno meno efficaci. Pfizer ha annunciato che, entro due settimane, pubblicherà i risultati sull’efficacia del suo siero contro questa variante, ma ha anche affermato che è in grado di produrre un vaccino aggiornato alla nuova mutazione entro tre mesi.

Il blocco dei voli

Dal momento che è stato già riscontrato in Europa, esattamente in un paziente in Belgio, la Commissione Ue ha raccomandato ai Paesi membri di bloccare tutti i voli  dall’Africa del Sud. Già, ieri mattina, il ministro della Salute, Roberto Speranza, aveva firmato un’ordinanza che vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato, oltre che in Sudafrica, anche in Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini. C’è preoccupazione per una cinquantina di nostri connazionali bloccati in quei paesi, tra di loro anche l’ex ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, e la squadra di rugby delle Zebre Parma. Le autorità italiane dovranno occuparsi del loro rimpatrio. Giorgia Meloni, intanto, ha chiesto al Ministro della Salute se verrà fermata anche l’immigrazione illegale, dal momento che non si può sapere se chi si imbarca da Tunisia o Libia sia passato dai Paesi coinvolti dall’ordinanza ministeriale.

 Le ricerche scientifiche

In Italia lo studio della nuova variante è stata attivata all’ospedale “Spallanzani” di Roma. Variante che è stata classificata dall’ Ecdc come variante “di elevato interesse”. Si attende, ora, il parere dell’Oms (organizzazione mondiale della sanità), la quale ha sempre affermato quanto sia più importante un’equa distribuzione delle fiale, rispetto ai richiami e all’estensione delle somministrazioni ai bambini. In Sudafrica, infatti, solo il 24% della popolazione è vaccinata. E proprio i non vaccinati rappresentano uno sviluppo delle varianti.