Papa Francesco operato al Gemelli: intervento al colon riuscito

50

Il papa, arrivato come un paziente comune, è stato operato per stenosi diverticolare sintomatica al colon. Con lui solo un collaboratore stretto, dovrà rimanere ricoverato per 5 giorni.

Intorno alle ore 15 della giornata di ieri, il Pontefice è arrivato al Policlinico Gemelli di Roma, per sottoporsi ad un intervento programmato al colon. Arrivato come un paziente comune, accompagnato da un suo stretto collaboratore, si è diretto verso “la stanza dei papi”, situata al decimo piano, in cui furono ricoverati diversi papi, tra questi anche Giovanni Paolo II. Nessun degente della struttura si è accorto di cosa stesse succedendo, se non le persone direttamente coinvolte. A operare il pontefice è stato il nuovo medico personale Roberto Bernabei, nome noto della Gerontologia italiana e ordinario di Medicina Interna e Geriatria proprio alla Cattolica.

«Il Santo Padre, ricoverato nel pomeriggio al Policlinico A. Gemelli, è stato sottoposto in serata all’operazione chirurugica programmata per stenosi diverticolare del sigma – dichiara Matteo Bruni, direttore della Sala stampa della Santa Sede – Il Santo Padre ha reagito bene all’intervento condotto in anestesia generale ed eseguito dal Prof. Sergio Alfieri, con l’assistenza del Prof. Luigi Sofo, del dott. Antonio Tortorelli e della dott.ssa Roberta Menghi. L’anestesia è stata condotta dal Prof. Massimo Antonelli, dalla Prof.ssa Liliana Sollazzi e dai dott.ri Roberto De Cicco e Maurizio Soave. Erano altresì presenti in sala operatoria il Prof. Giovanni Battista Doglietto ed il Prof. Roberto Bernabei».

Il viaggio in Slovacchia

Qualche ora prima di presentarsi al policlinico, il Papa ha di consueto recitato l’Angelus affacciato alla finestra dello studio nel Palazzo apostolico vaticano, di fronte ai fedeli e i pellegrini riuniti in piazza San Pietro. Durante la messa, ha annunciato che tra il 12 e il 15 settembre sarà in visita pastore in Slovacchia. «Concelebrerò in Budapest la messa conclusiva del Congresso eucaristico internazionale – Dichiara il Pontefice – Ringrazio di cuore quanti stanno preparando questo viaggio e prego per loro. Preghiamo tutti per questo viaggio e per le persone che stanno lavorando per organizzarlo».

Messaggi di solidarietà

Tra i tanti messaggi di pronta guarigione arrivati al pontefice, quello che spicca di più è il pensiero del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Santità, atterrato a Parigi per la visita di Stato che mi accingo a iniziare nella vicina e amica Francia, ho appreso del suo ricovero al Policlinico Gemelli. L’affettuoso pensiero degli italiani tutti, di cui mi faccio interprete unendovi il mio personale, accompagna in queste ore Vostra Santità, unitamente ai più cordiali auguri di buona convalescenza e ancor migliore e pronta guarigione”.