Passaporto vaccinale anche in Calabria? Siete d’accordo o sarà la fine del turismo?

93
L’estate 2020 ha aiutato l’economia calabrese. La Calabria, infatti, è stata scelta dal 5% degli italiani, piazzandosi a metà di una classifica che vede sul podio l’Emilia Romagna, la Sardegna, la Puglia e la Sicilia con il 9% delle preferenze.

Prove generali di passaporto sanitario, per mantenere la Sardegna zona bianca e prepararsi ai flussi turistici dell’estate. Da domani chi sbarca nell’isola dovrà essere munito di certificato di vaccinazione e chi non lo ha dovrà fare il tampone molecolare o un test antigienico rapido nelle postazioni in allestimento negli scali marittimi e negli aeroporti.
Decisiva sarà la prima settimana: la macchina organizzativa reggerà l’urto, per ora modesto (qualche migliaio di passeggeri previsti ogni giorno)? Oppure, come per i vaccini (la Sardegna è ultima in Italia per inoculazioni), s’incepperà? Il piccolo «esercito» che dovrà applicare l’ordinanza del governatore é composto da 250 persone, squadre di 3 medici, 2 infermieri e 2 amministrativi nei porti di Cagliari, Porto Torres, Olbia, Golfo Aranci e Santa Teresa Gallura e negli aeroporti di Cagliari, Olbia e Alghero.
Tre le regole:

  • il via libera a chi ha il certificato di vaccinazione, purché dimostri anche di aver fatto due tamponi entro 48 ore precedenti la partenza;
  • il tampone molecolare entro 48 ore dall’arrivo oppure il test rapido per chi non ha il certificato di vaccinazione
  • obbligo di comunicare l’esito alle autorità sanitarie (o quarantena per 10 giorni indicando il domicilio).

Nel caso il test antigenico dia esito positivo, bisognerà fare il tampone e si dovrà attendere il risultato presso un domicilio da indicare. Se il risultato sarà negativo si dovrà rifare il test dopo 5 giorni.
Una strategia che funzionerà? Per ora pare che i controlli nei porti slitteranno a martedì. Da un primo report le previsioni sono nere: in questo stesso periodo, negli anni scorsi le prenotazioni coprivano più del 40% degli afflussi in estate, ora sono appena al 10%. E ciò che accade per i vaccini è un pessimo segnale: la Sardegna somministra poco più del 60% delle dosi ricevute.
E in Calabria, cosa accadrà quest’anno, quando si aprirà la stagione estiva?  L’estate 2020 ha aiutato l’economia calabrese. La Calabria, infatti, è stata scelta dal 5% degli italiani, piazzandosi a metà di una classifica che vede sul podio l’Emilia Romagna, la Sardegna, la Puglia e la Sicilia con il 9% delle preferenze.
Siete d’accordo con il paino vaccinale anche il Calabria? E se sarà la morte del turismo? Dove andrà a finire la nostra Regione?