Polistena: minaccia cassiera con una pistola giocattolo. Arrestato

135

Nei giorni scorsi, un ragazzo di 25 anni di Polistena è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della Compagnia di Taurianova per rapina aggravata, dopo aver minacciato con una postola giocattolo una cassiera di un negozio.

È stato arrestato, nei giorni scorsi, in flagranza di reato dai carabinieri della Compagnia di Taurianova per rapina aggravata G.P., 25enne di Polistena, già con precedenti. Il giovane aveva preparato un piano per compiere una rapina in pieno giorno, munito di passamontagna con occhiali, di vestito di ricambio da indossare durante la fuga e di un fucile giocattolo. L’uomo, introducendosi all’interno del negozio, aveva iniziato ad urlare contro la cassiera, minacciandola di consegnare i soldi, per poi appropriarsi dell’intero incasso della giornata, pari a circa 2.500 euro, tentando poi la fuga.

Ma una pattuglia della locale Stazione Carabinieri, è stata richiamata dalle urla di alcuni cittadini, in stato di shock per una rapina appena accaduta.

I militari si sono diretti immediatamente verso l’ingresso del locale, notando in lontananza un ragazzo incappucciato, con passamontagna e occhiali, darsi alla fuga a piedi, imbracciando un presunto fucile doppietta a canne mozze.

A questo punto, i carabinieri si sono subito diretti verso l’uomo, intimandogli di abbassare l’arma, il quale non ha opposto resistenza. Dagli accertamenti si è subito appurato che il fucile di cui l’arrestato era in possesso, fosse in realtà una fedele riproduzione priva del consueto regolare tappo rosso.

A seguito dell’arresto, G.P. è stato ristretto presso la casa circondariale di Palmi per il successivo giudizio di convalida del locale Tribunale, a seguito del quale all’uomo, su richiesta della Procura della Repubblica, è stata applicata la custodia cautelare in carcere.