Quadro inquietante a Siderno

798

L’attentato (doppio), distrutte due autovetture, subito dal geometra Mimmo Catalano e da suo figlio, ripropone un quadro inquietante che crea grande allarme sociale. L’orario, le modalità, la disinvoltura dimostrata da mano vile ed allo stato ignota, mette a serio rischio la tenuta civile e democratica, tutta la fascia jonica. Lo Stato deve essere pronto e presente per dare risposte di tutela e garanzia sociale all’uomo, al cittadino, al professionista, ed al rappresentante istituzionale della municipalità sidernese.

Bene hanno fatto cittadini, giornalisti, amici di Mimmo a levare un forte urlo di indignazione. Molto bene ha fatto il neosindaco, Maria Teresa Fragomeni, ad innalzare per prima la cortina di solidarietà personale e politica attorno al consigliere, ed alla città intera. Il tempo dell’angoscia e della paura dovrà essere un triste ricordo, ora è tempo di fiducia e di speranza.

Chi ha commesso questo vile atto, deve sapere che ha sferrato un attacco contro 70000 cittadini della Locride, Mimmo Catalano non è solo.

Pino Mammoliti