Reggio Calabria, incendiata ambulanza della Croce Rossa

49

Quasi del tutto distrutto un mezzo del Comitato Cri della città metropolitana reggina a causa di due, distinti, atti vandalici. L’amarezza della Nagero e della Dattola, rispettivamente rappresentante regionale e locale del sodalizio.

REGGIO CALABRIA –“Un gesto vile che colpisce tutti i volontari Cri che ogni giorno si spendono verso chi ha bisogno, un enorme danno per tutta la Comunità ed il territorio”. Questo è quanto affermato in una nota ufficiale della Croce Rossa a seguito di due, distinti, atti vandalici che si sono verificati in quel di Reggio Calabria e che hanno reso inutilizzabile e quasi distrutto un’ambulanza del sopraccitato sodalizio. L’autore del vile gesto è stato ripreso dalle telecamere, ed ha, in un primo momento, rotto i vetri del mezzo per poi tornare e dargli fuoco.

“Croce rossa è un simbolo di pace e di inclusione, noi serviamo i vulnerabili e cerchiamo di dare risposta a chiunque abbia bisogno da sempre”– si è così espressa la presidente del Comitato Reggino, Dattola, cui ha fatto eco Helda Nagero, presidente regionale Calabria per Croce Rossa: “Siamo concretamente vicini alla presidente, al consiglio direttivo ed a tutti i volontari Cri di Reggio Calabria– ha detto la presidente – sono certa che si farà luce su tali gesti intollerabili e ignobili”.