fbpx
giovedì, Febbraio 22, 2024
spot_img
HomeattualitàReggio Calabria: le figlie appendono al balcone il cartello "Help" e fanno...

Reggio Calabria: le figlie appendono al balcone il cartello “Help” e fanno arrestare il padre violento

A Reggio Calabria, un uomo di 47 anni, ha picchiato la moglie davanti alle tre figlie minori di 12, 10 e 8 anni. L’uomo è stato arrestato dalla Polizia di Stato per maltrattamenti in famiglia.

Gli agenti sono intervenuti, grazie alla richiesta di aiuto che era giunta alla sala operativa dalla stessa vittima. Prima di entrare nell’appartamento, però, le tre bambine hanno attirato l’attenzione degli agenti, una in particolare aveva in mano un piccolo foglio bianco con la scritta in arancione “Help”, mentre tutte urlavano: “Venite, venite siamo qui”.

Una volta entrati in casa, gli agenti hanno identificato l’uomo, che ha già scontato una misura di divieto di avvicinamento alla moglie, in evidente stato di alterazione psicofisica e che pronunciava frasi senza senso davanti alla moglie e alle tre figlie.

È stata proprio la più piccola che, vedendo la mamma aggredita ancora una volta dal padre, ha composto sul cellulare della donna il 113.

L’aggressione sarebbe avvenuta per futili motivi e sembrerebbe sia stata generata dalla richiesta di raccogliere la cenere della sigaretta buttata volutamente a terra dall’uomo. La moglie ha denunciato le violenze finora subite dal marito che la picchiava, le tirava i capelli e le dava pugni in testa non permettendole di frequentare la sua famiglia.

 

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -