Reggio Calabria: Macagnino in concerto al Teatro Metropolitano

47

Un album cosmopolita e sanguigno, a tratti animalesco e punk.  “Sangu” porta alle estreme conseguenze un percorso artistico che ruota intorno alla musica popolare della Locride

Mercoledì 7 dicembre alle 18.45, il cantautore e performer teatrale italo-tedesco Fabio Macagnino si esibirà live al Teatro Metropolitano di Reggio Calabria (con ingresso gratuito) per presentare il nuovo album “Sangu”, da poco uscito anche in versione cd. Il cantautore (voce e chitarra), nato a Hilden in Germania e trasferito in Calabria a 15 anni, sul palco sarà accompagnato da Michele Panetta alla batteria, Rocco Montepaone al basso elettrico, Guido Tassone alle chitarre, Benedetta Romeo alla mandola, Rocco Timpano (organetto-Lira-Chitarra Battente) e Gabriele Macrì (Pipita-Lira). Il concerto è organizzato da Sveva Edizioni di Antonio Marino, produttore del disco.

Un album cosmopolita fatto di suoni che, abbandonata la retorica folclorica, si insinuano prepotentemente in quella cultura del riscatto di una terra, la Locride, che vuole affrancare dall’isolamento settoriale la musica popolare per proiettarla su una scena d’ampiezza internazionaleraccontando la Locride in Europa e l’Europa nella Locride. “

Il progetto discografico dell’artista porta, quindi, alle estreme conseguenze un percorso musicale che ruota intorno alla musica popolare della Locride, ma attinge a sonorità e ritmiche che, indicando il passato, suggeriscono il futuro, facendosi ispirare dai dialetti. Un album sanguigno, a tratti animalesco e punk, in cui sono presenti strumenti musicali tradizionali – come lira calabrese, mandola, pipita – accostati a strumenti elettrici danno consistenza materica al suono.