fbpx
mercoledì, Febbraio 28, 2024
spot_img
HomeApprofondimentiReggio Calabria: nota di comune e città Metropolitana su Università Dante Alighieri

Reggio Calabria: nota di comune e città Metropolitana su Università Dante Alighieri

Comunicato dell’Amministrazione comunale e metropolitana di Reggio Calabria, chiarendo la posizione dei due Enti territoriali rispetto allo stato di crisi dell’Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria.

 

“Il nostro obiettivo è quello di tenere in piedi e rilanciare l’orizzonte di crescita dell’Università Dante Alighieri di Reggio Calabria, una realtà di straordinario valore per il nostro territorio, non solo sul piano scientifico, che va tutelata e valorizzata. E’ un tema che riguarda l’erogazione di un’attività di formazione e di ricerca che affonda le sue radici in una lunga e gloriosa tradizione accademica. E’ necessario continuare a mantenere questa ambizione, garantendo l’erogazione di un’offerta formativa all’avanguardia e di grande qualità, attrattiva per gli studenti stranieri ed italiani, con l’obiettivo di tutelare anche i livelli occupazionali per tutto il personale operante nell’Ateneo. L’assenza del Comune e della Città Metropolitana dall’odierna riunione del Consiglio di Amministrazione, irritualmente convocata con appena 22 ore di preavviso, va esattamente in questa direzione. Prima di assumere qualsiasi decisione che riguarda il futuro dell’Ateneo reggino è doveroso, sul piano morale ancor prima che giuridico, fare piena luce ed assoluta chiarezza sull’attuale situazione finanziaria e di governance dell’Ateneo. In questo senso, prima che sia chiarito il reale stato di salute dell’Università, il Comune e la Città Metropolitana, non intendono approvare il documento contabile dell’ateneo, né garantire passivamente i numeri per una deliberazione in tale senso.

La prima necessità è quella di ristabilire e ripristinare correttamente le attività e la rappresentanza del Consorzio Promotore dell’Ateneo, anche fine di dare nuova linfa all’azione del Consiglio di Amministrazione e di tutta la governance universitaria che, evidentemente, ad oggi ha fallito, per varie ragioni, la propria missione. Solo un nuovo Consiglio di Amministrazione pienamente legittimato potrà procedere all’elezione del nuovo Rettore, con l’obiettivo di affrontare con forza e decisione le sfide per il salvataggio dell’Università Dante Alighieri e dialogare proficuamente e con autorevolezza con il Ministro dell’Università”.

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -