fbpx
domenica, Luglio 21, 2024
spot_imgspot_img
HomeArte,Cultura,EventiReggio Calabria: tris di assi per il fine settimana dell'Allegria festival

Reggio Calabria: tris di assi per il fine settimana dell’Allegria festival

Nino Racco, il quartetto Aires e il comico Mike Rollins protagonisti al fine settimana dell’Allegria Festival nelle periferie di Reggio Calabria. L’iniziativa sarà arricchita da una visita al sito archeologico di Motta Sant’Agata.

Nuovi appuntamenti di spettacolo e formazione per il fine settimana dell’Allegria Festival nelle periferie di Reggio Calabria. Il format, ideato dall’Associazione culturale “Calabria dietro le quinte APS” nell’ambito del Reggio Fest 2022-Cultura diffusa – Accordo di programma MIC e Comune di Reggio Calabria, promuove iniziative di spettacolo dal vivo con lo scopo di avvicinare la cittadinanza a forme variegate di arte che allieteranno i quartieri della città fino al prossimo 30 dicembre. Ecco i nuovi appuntamenti tutti da non perdere:

venerdì 2 dicembre alle ore 21, al teatro S. Bruno del quartiere di San Brunello si terrà lo spettacolo musicale “Alchimia di quattro elementi” con il Quartetto Aires. Quattro fisarmoniche in un caleidoscopico viaggio nell’universo timbrico di uno strumento capace di intrecciare un suono possente alla musica classica e a quella contemporanea in tutte le sue sfaccettature. Alla scoperta di un mondo dove esplorazione innovativa e curiosità giovanile si sposano con la versatilità e la potenza espressiva di uno strumento raro. I componenti del Quartetto nato nel 2014, Alessandro Ambrosi, Alex Modolo, Mauro Scaggiante e Federico Zugno – si sono diplomati con lode presso rinomate Istituzioni musicali europee, formandosi specializzandosi con fisarmonicisti di calibro internazionale come Geir Draugsvoll, Teodoro Anzellotti, Hans Maier, Claudio Jacomucci, Ivano Paterno, Iñaki Alberdi, Matti Rantanen, Friedrich Lips, Marko Kassl. Il Quartetto Aires vanta una serie di partecipazioni ad importanti stagioni concertistiche ed eventi, tra nazionali ed internazionali.

L’iniziativa sarà arricchita da una visita al sito archeologico di Motta Sant’Agata a cura della Proloco Vallata del Sant’Agata – San Salvatore e una degustazione di miele a cura dell’Azienda locale La Goccia D’Oro. L’area archeologica di Motta Sant’Agata si trova sulle colline di Reggio Calabria, precisamente tra i borghi di Cataforio e San Salvatore, a 400 m. s.l.m. Fu il complesso di difesa più importante dei dintorni di Reggio, secondo alcuni storici esistente già in epoca protostorica, ma fiorente a partire dall’epoca bizantina. Nel sito è possibile vedere i resti archeologici della Chiesa Protopapale di San Nicola e di altri edifici dell’antica città. Un’occasione per riscoprire le bellezze culturali della nostra città e degustare i prodotti tipici del nostro territorio accompagnati dalle suggestive narrazioni del cantastorie. Nell’ambito delle iniziative di formazione del Festival dedicata al teatro e al cabaret, si terrà il 2 e 3 dicembre 2022, presso la Sala Allegra Tribù un workshop di stand up comedy con l’attore comico Daniele Gattano. Volto noto del programma televisivo “Stand Up Comedy” in onda su Sky/Comedy-Central, e dei programmi tv Colorado, Forum e con la sua recente apparizione sulla trasmissione Le iene.

IL PROGRAMMA

Sabato 3 dicembre, alle 21, presso la Sala Allegra Tribù nel quartiere di Gebbione, appuntamento con la comicità dell’attore americano Mike Rollins (Zelig, Italia’s Got Talent) nello spettacolo “Americano clandestino”.  Un one-man-show di un’ora mezzo, incentrato su un rapporto di amore di Mike con l’Italia, sulle difficoltà nell’adattarsi a una nuova cultura e su come la sua carriera di giocoliere itinerante lo porti spesso a contatto con la legge italiana. Rollins studia arti circensi presso la Flic Scuola di Circo di Torino e teatro fisico “Lecoquiano” con Philip Radice, portando avanti costantemente la passione di far ridere con la sua natura clownesca.  Grazie alla conoscenza di tre lingue (inglese, francese e italiano), Mike ha divertito platee dalla Polonia a Israele, da Terranova alla Tasmania.

Domenica 4 dicembre alle ore 11, nel quartiere di San Salvatore presso il sito archeologico di Motta Sant’Agata si svolgerà lo spettacolo “Mondo Cantastorie” con il cantastorie calabrese Nino Racco.  Mondo Cantastorie è uno spettacolo-sintesi di Nino Racco che da trent’anni anni si occupa del recupero dell’arte cantastoriale in chiave teatrale. Un montaggio improvviso, deciso sera per sera, di pezzi brevi e medi dal vasto repertorio: La Baronessa di Carini, Salvatore Giuliano, Peppe Musolino brigante.

NINO RACCO

Nino Racco formatosi come attore a Roma, lo vedono muoversi in aree teatrali diverse: da una parte il teatro sperimentale e di ricerca, dall’altra un’esperienza varia di palcoscenico che va dalla commedia brillante al musical al teatro classico. Alla fine degli ottanta fa rifluire la già ricca esperienza professionale  e  di  palcoscenico in una ricerca sempre più personale che lo condurrà alle radici della teatralità meridionale: è la riscoperta dell’antica figura del cantastorie. Nella sua lunga e florida carriera ha ottenuto innumerevoli riconoscimenti in Italia e all’estero.

 

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -