fbpx
domenica, Luglio 21, 2024
spot_imgspot_img
HomeIn Primo PianoReggio Calabria: un altro poliziotto si toglie la vita

Reggio Calabria: un altro poliziotto si toglie la vita

Nella giornata di ieri, lunedì 5 giugno, a Reggio Calabria, un poliziotto, originario di Castrovillari, in servizio presso il XII Reparto Mobile della città, si è tolto la vita.

Si tratta del secondo caso nel giro di pochi giorni, infatti il 25 maggio, a Palmi, un agente di 25 anni, si è tolto la vita con la pistola di ordinanza.

In una nota, Ottavio Spinella, Segretario Generale Regionale del Silp Cgil, il sindacato di polizia della Cgil, ha dichiarato: “Ancora un suicidio in polizia. Ancora la nostra regione protagonista di questa mattanza che non può più essere sottaciuta. A nessuno importa veramente del benessere lavorativo e psicologico di poliziotti, carabinieri, finanzieri, penitenziari e militari. In una terra come la nostra dove donne e uomini in divisa sono impegnati ogni giorno contro la ‘ndrangheta, la criminalità e la continua emergenza sbarchi dei migranti, spesso con turni di lavoro estenuanti, si dimentica troppo spesso che dietro ogni difensore della legge c’è una persona e non un robot. Sono storie che raccontano di problemi familiari e di difficoltà economiche quali cause scatenanti. I vertici delle forze di polizia hanno sottovalutato per anni questo problema. Qualcosa è stato fatto negli ultimi anni, ma molto resta ancora da fare. Come sindacato siamo impegnati per contrastare questo fenomeno, i dirigenti sindacali di categoria e delle Camere del Lavoro sono a disposizione di lavoratrici e lavoratori in divisa in tutta Italia per una reale politica di ascolto e dialogo. Ma non basta. Serve un impegno serio della politica e delle amministrazioni. Siamo pronti a iniziative anche clamorose sul tema dei suicidi se sarà necessario”.

 

 

- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
- Spazio disponibile -
ARTICOLI CORRELATI
- Spazio disponibile -

Le PIU' LETTE

- Spazio disponibile -